x

x

Vai al contenuto

ATP Torino, Sinner compie l’impresa: battuto Djokovic per la prima volta in carriera

ATP Torino, Sinner compie l’impresa: battuto Djokovic per la prima volta in carriera

Jannik Sinner non smette mai di stupire, e questa volta lo fa veramente in grande: battuto Novak Djokovic (per la prima volta in carriera) 7-5, 6-7, 7-6 dopo più di tre ore di duello. Il tennista azzurro vede la semifinale alle ATP Finals di Torino. Sfiderà Rune al prossimo turno. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Ufficiale, il Napoli esonera Garcia e annuncia Mazzarri

Leggi anche: Il Milan cerca la punta: David ora costa meno

Sinner esulta
Sinner esulta dopo la vittoria su Rublev in semifinale degli Atp 500 di Vienna

Un’autentica impresa quella compiuta da Jannik Sinner, che è riuscito a sconfiggere per la prima volta in carriera Novak Djokovic. 7-5/6-7/7-6 (2-1) recita il tabellino finale, con l’azzurro che è riuscito a imporsi dopo più di tre ore di gioco. La semifinale alle ATP Finals di Torino però non è ancora conquistata: giovedì il tennista italiano se la vedrà con Rune nel match decisivo.

Spinto e sostenuto dal pubblico di casa, Sinner è riuscito a reggere innanzitutto il confronto psicologico con Djokovic. Uno scontro equilibratissimo che si è risolto solamente al tie-break del set decisivo. Per guadagnare l’accesso garantito alla fase ad eliminazione diretta del torneo, l’altoatesino dovrà vincere almeno un set contro Rune nell’ultimo match del girone verde.

La classifica del girone verde

Sinner 2-0 (4-1, 32-26)
Djokovic 1-1 (3-3, 37-36)
Rune 1-1 (3-2, 16-19)
Tsitsipas 0-2 (0-4, 8-12) ritirato
Hurkacz 0-0

Le parole di Sinner

Al termine del duello Jannik Sinner ha così commentato l’impresa compiuta:

“Non esiste un posto più bello di Torino per battere il n°1 del mondo. Era la storia simile a quella con Medvedev, che non riuscivo mai a battere. Abbiamo fatto un percorso, qui sono riuscito a giocare i punti importanti nel modo migliore. E’ stata dura dopo aver perso il 2° set, ma con il pubblico abbiamo vinto insieme. E’ un privilegio essere qui. E’ stata una partita tattica, anche se non scambiavamo molto. Nel tie-break non ho ragionato molto bene, ho cercato di reagire nel 3° set nei momenti importanti. Ci sono stati tanti alti e bassi, oggi siamo usciti vincitori”.

Argomenti