Vai al contenuto

Prova di forza dell’Inter: 4-0 all’Udinese a San Siro

Prova di forza dell’Inter: 4-0 all’Udinese a San Siro

L’Inter domina a San Siro e manda un segnale forte al campionato. Sorpassata ancora la Juventus, Lautaro Martinez sempre trascinatore.

Inter all’assalto

Fin dai primi minuti l’Inter è arrembante e decisa a fare risultato. Lautaro colpisce il palo su cross di Dimarco, poi l’esterno si ripete e per poco non trova il vantaggio su passaggio di Bisseck. La risposta dell’Udinese passa da Samardzic, in estate vicino all’Inter, che serve Pereyra, ma l’argentino non inquadra la porta da buona posizione. Un’ingenuità di Perez spiana la strada ai nerazzurri: la trattenuta del bianconero su Lautaro non viene ravvisata dall’arbitro, ma il VAR assegna un contestatissimo rigore tra le proteste di Cioffi. Calha non sbaglia e si conferma infallibile dal dischetto (12esimo centro con l’Inter). Lautaro poi recupera una palla e vede Calhanoglu, il turco serve Dimarco che raddoppia. Il momento per gli uomini di Inzaghi è buono e Mkhitaryan buca l’Udinese con un passaggio perfetto per il terzo gol di Thuram.

Leggi anche: Zaccagni non basta: il Verona ferma la Lazio sull’1-1

Leggi anche: Atalanta-Milan 3-2: un tacco di Muriel al 95′ riporta in vita la Dea

Giocatori dell'Inter in campo
Denzel Dumfries, Alessandro Bastoni e Stefan De Vrij (Foto di Francesco Scaccianoce/Getty Images)

Ripresa a ritmi bassi

Dopo un primo tempo dominato nel punteggio e nel possesso palla, l’Inter sembra gestire le forze anche in vista della sfida contro la Real Sociedad. Sommer è insicuro su Lovric e Lucca sfrutta la respinta per il gol della bandiera, poi annullato per fuorigioco. Inzaghi inserisce Carlos Augusto e Arnautovic, alla ricerca ancora del primo gol in Serie A in questa stagione. Nel finale Lautaro chiude i conti con il poker, candidandosi prepotentemente per la Scarpa d’Oro e come capocannoniere del campionato con 14 reti in 15 gare.

Inzaghi gongola

Va tutto alla grande, dobbiamo continuare così. Stasera abbiamo fatto una grande gara contro una squadra che ha vinto a San Siro contro il Milan e che ha ottimi giocatori. I ragazzi sono stati bravissimi e ho visto gol molto belli. Abbiamo tenuto bene il campo e gestito la palla senza allungarci. I miei giocatori sono stati eccezionali ad interpretarla per 94 minuti” ha dichiarato Inzaghi nel dopo gara. Molte critiche sui social per il riferimento del tecnico nerazzurro alla sconfitta del Milan: diversi commenti dei tifosi rossoneri chiamano in causa l’ironia del mister interista. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi durante l’ingresso allo stadio Meazza prima di una sfida di campionato (Getty Images)

Polemica sul rigore

Cioffi punta il dito sul rigore assegnato all’Inter, a suo dire troppo generoso: “Sapevo che avremmo concesso metri e che i loro terzi avrebbero creato superiorità in campo e quindi mi aspettavo una partita di resilienza e sofferenza difensiva aspettando le ripartenze. Il rigore scompiglia i piani ed è quello che non doveva succedere. Uno a zero a San Siro non c’è vergogna e chissà mai che il dio del calcio ti porta a fare un pareggio“.

Leggi anche: Ancora Gatti-gol: la Juventus taglia fuori il Napoli

Argomenti