x

x

Vai al contenuto

“Le Iene” in lutto: il noto volto del pubblico televisivo ci ha lasciato per sempre

“Le Iene” in lutto: il noto volto del pubblico televisivo ci ha lasciato per sempre

È morto il noto professore. Aveva 92 anni, a dicembre ne avrebbe compiuti 93 ed era diventato famoso dopo i tanti servizi che Le Iene gli aveva dedicato. Si è spento nella mattina di oggi, lunedì 23 ottobre 2023, all’hospice “Il Nespolo” di Airuno, in provincia di Lecco. Il caso che aveva aperto l’uomo, che chiedeva libertà, finì alla Corte europea dei diritti dell’uomo. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Giorgia Meloni, com’è il suo umore dopo la separazione da Giambruno

Leggi anche: Andrea Giambruno, chi è la giornalista che nel fuorionda lo respinge

Carlo Gilardi è morto, addio al volto noto de “Le Iene”

Carlo Gilardi, volto ormai noto al pubblico televisivo dopo i numerosi servizi del programma Le Iene, è morto. L’ex professore, scomparso a 92 anni, aveva denunciato il fatto di essere stato ricoverato in una rsa contro la sua volontà. Tre anni fa, nell’ottobre 2020 era stato infatti portato a forza alla casa di riposo Airoldi&Muzzi di Lecco. La decisione era stata presa perché chi lo stava assistendo se ne stava approfittando del suo ricco patrimonio. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Fabrizio Corona nei guai, scatta la denuncia: cosa rischia ora

Leggi anche: Giorgia Meloni, esplode l’orrore dopo la rottura con Andrea Giambruno

Il caso di Carlo fino alla Corte Europea

Lo scorso luglio un pronunciamento della Corte Europea dei diritti umani ha stabilito che l’Italia ha violato i diritti di una persona anziana a cui le autorità hanno di fatto tolto ogni possibilità di veder presi in conto i suoi desideri e preferenze, commettendo un’zione di fatto illegale. Nonostante questo, Carlo non è potuto tornare a casa sua, visto che era ormai malato. (Continua dopo le foto)

Andrea Bocelli, cosa ha fatto per Carlo 

Da poco, Carlo era diventato cittadino onorario di Airuno, il suo paese. Sono stati aperti gruppi Facebook per sostenere la sua causa. Lo scorso giugno Andrea Bocelli si era presentato nella casa di riposo per cantargli “tanti auguri” ma non era riuscito ad entrare.