x

x

Vai al contenuto

Verona-Juventus 2-2: super Folorunsho, Rabiot pareggia

Verona-Juventus 2-2: super Folorunsho, Rabiot pareggia

La Juventus commette diversi errori in difesa e spreca un’occasione per rimanere in scia dell’Inter. Supergol di Folorunsho. Ecco i momenti degni di nota della partita.

Marco Di Bello arbitra Verona-Juventus

La partita di calcio giocata allo stadio Bentegodi (arbitro Di Bello) si conclude con un pareggio che scontenta soprattutto la Juventus, impegnata nella rincorsa scudetto sull’Inter e ora minacciata dal ritorno del Milan. Per l’Hellas Verona un punto che smuove la classifica in ottica salvezza. Il Verona schiera Montipò in porta, Tchatchoua, Magnani, Dawidowicz e Cabal in difesa, Suslov, Dani Silva, Duda e Folorunsho a centrocampo, in avanti la coppia formata da Lazovic e Noslin 

La Juventus risponde con Szczesny tra i pali, Danilo, Rugani e Gatti in difesa, Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot e Kostic a centrocampo, Yildiz e Vlahovic in attacco. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Inter-Salernitana finisce 4-0: LuLa show, Inzaghi è in fuga

Leggi anche: Torino-Lecce 2-0: Bellanova e Zapata regalano i tre punti

Danilo in azione
Danilo effettua un passaggio filtrante per un compagno (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Momenti clou dello scontro tra Verona e Juventus

Al primo minuto, il Verona ruba palla e prova a incunearsi in area con il filtrante di Dani Silva, ma Gatti chiude e Cabal commette fallo in attacco su McKennie. La Juve risponde al 7′ con Yildiz, che in contropiede tira a botta sicura, ma Dawidowicz respinge. All’11’, Folorunsho segna un eurogol su respinta da corner, portando in vantaggio il Verona. Il suo sinistro al volo all’incrocio dei pali si candida come uno dei migliori gol della stagione. La reazione della Juve non si fa attendere: al 27′ l’arbitro assegna un rigore per un fallo di mano di Tchatchoua sul tiro di Kostic. Vlahovic trasforma il rigore al 28′, pareggiando i conti. Il primo tempo si conclude con tre minuti di recupero. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Allegri dà indicazioni ai giocatori della Juventus
Max Allegri in foga agonistica nel corso di una gara della Juventus (Photo by Nicolò Campo/LightRocket via Getty Images)

La ripresa inizia con il Verona che sfiora subito il gol con Magnani, il quale colpisce di testa su calcio d’angolo. Pochi minuti dopo, Noslin impegna Szczesny con una conclusione da fuori area. Ma è ancora il Verona a passare in vantaggio: la difesa bianconera commette un doppio fallo sulla ripartenza gialloblu, ma la palla arriva comunque a Noslin che beffa sotto le gambe Szczesny. Gli scaligeri però non riescono a gestire il vantaggio e commettono una grande ingenuità quando regalano palla a Rabiot in area. Il francese incrocia il sinistro e trova il pari.
Nel frattempo, Alex Sandro e Chiesa subentrano rispettivamente a Gatti e Kostic. La partita si fa sempre più intensa e Yildiz manca di poco il gol su cross di McKennie. Lazovic impegna poi Szczesny con un tiro angolato. Świderski sostituisce Noslin nel Verona, mentre Alcaraz prende il posto di Yildiz nella Juventus.


Vlahovic manca di poco il gol di testa su cross di Rabiot, ma il Verona è costretto a sostituire Folorunsho per infortunio. 
Nel finale, Montipò compie un miracolo su conclusione di Chiesa e McKennie salva sulla linea un cross di Duda. La partita si conclude con un pareggio per 2-2 tra Verona e Juventus.

I prossimi appuntamenti di Verona e Juventus

La posizione in classifica delle due squadre dopo la partita è rimasta invariata: il Verona è 18° in classifica, mentre la Juventus è 2°.

Verona
– 23 febbraio contro il Bologna (fuori casa)
– 3 marzo contro il Sassuolo (in casa)
– 10 marzo contro il Lecce (fuori casa)
Juventus
– 25 febbraio contro il Frosinone (in casa)
– 3 marzo contro il Napoli (fuori casa)
– 10 marzo contro l’Atalanta (in casa)

Tabellino di Verona-Juventus

Marcatori: 11′ Folorunsho (H), 28′ rig. Vlahovic (J), 8′ st Noslin (H), 11′ st Rabiot (J)

Hellas Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua (40′ st Coppola), Magnani, Dawidowicz, Cabal; Duda, Dani Silva (40′ st Henry); Folorunsho (29′ st Belahyane), Suslov, Lazovic (29′ st Vinagre); Noslin (20′ st Swiderski). A disp.: Chiesa, Perilli, Centonze, Charlys, Tavsan, Mitrovic, Bonazzoli. All.: Baroni

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti (12′ st Alex Sandro), Rugani, Danilo; Cambiaso (36′ st Weah), McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic (12′ st Chiesa); Vlahovic (36′ st Milik), Yildiz (21′ st Alcaraz). A disp.: Pinsoglio, Scaglia, Djalò, Miretti, Nicolussi Caviglia, Nonge, Iling-Junior. All.: Allegri

Leggi anche: Donne e motori: chi sono le fidanzate e mogli (bellissime) dei piloti di Formula 1

Argomenti