Vai al contenuto

Un buon Napoli cade al Bernabeu: è 4-2 per il Real Madrid

Un buon Napoli cade al Bernabeu: è 4-2 per il Real Madrid

Il Napoli ha giocato a viso aperto al Bernabeu passando anche in vantaggio. Nel finale però Paz riesce a trovare il jolly per la vittoria del Real Madrid.

Partenza forte del Napoli

Il Napoli parte forte e passa in vantaggio dopo soli 9 minuti. Kvaratskhelia imbecca Di Lorenzo che dalla destra va a pescare Simeone al centro per il vantaggio partenopeo. La gioia però dura poco perché il Real reagisce subito e trova il pareggio di Rodrygo dopo un’azione personale. Nemmeno il tempo di festeggiare e qualche minuto dopo Natan si perde Bellingham in area di rigore: l’inglese è rapido a inserirsi di testa e beffare Meret per il raddoppio spagnolo. La sensazione è che quando le Merengues accelerano possono far male, affidandosi anche soltanto ai solisti in attacco. Per Bellingham ennesimo centro in una stagione già da record che lo potrebbe candidare al Pallone d’Oro. All’intervallo si va con Ancelotti in vantaggio per due a uno sull’amico Mazzarri. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Mourinho ironizza sul campo e sugli agronomi del Servette

Leggi anche: Infortunio Thiaw: lesione “severa”. Tempi di recupero

Bellingham esulta
Jude Bellingham ancora in rete con la maglia del Real Madrid (Photo by Mateo Villalba/Quality Sport Images/Getty Images)

L’infortunio di Zielinski

Nella ripresa il Napoli si ripete e sorprende un Real ancora addormentato. Anguissa tira di potenza da posizione defilata e trova subito il pari. Problemi per Zielinski che subisce un duro colpo da Rudiger e deve abbondonare il campo. I ritmi della gara si abbassano e le due squadre sembrano accontentarsi del pareggio. Ad accendere la sfida è Osimhen, al rientro dopo l’infortunio, che segna il gol del vantaggio ma è in netto fuorigioco. Dall’altra parte anche Joselu spreca da facile posizione sparando alto sopra la trasversa. Nel finale Meret salva prima su Rudiger da distanza ravvicinata, poi si esalta su un tiro di Bellingham. La beffa arriva su un tiro di Nico Paz che buca il portiere del Napoli e riporta gli spagnoli avanti dopo una partita tutto sommato equilibrata. Il 4-2 di Joselu è fin troppo pesante per la squadra di Mazzarri che dunque dice addio al primo posto nel girone e si giocherà la qualificazione in casa contro il Braga nel prossimo turno. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Brahim Diaz abbracciato da Ancelotti
Brahim Diaz abbracciato da Ancelotti al momento del cambio (Getty Images)

Il confronto con il Bernabeu

Il nuovo Bernabeu ha dato spettacolo e impressionato anche il proprietario del Napoli. Aurelio De Laurentiis ha colto l’occasione per rilanciare le ambizioni del Napoli in merito ad un nuovo impianto sportivo: “Gli stadi devono diventare dei luoghi utilizzabili 7 giorni su sette come il Bernabeu. Bisogna puntare sui giovani. Se lo juventino Gaetano Manfredi riuscirà a vendermi lo stadio io prometto che nel giro di un anno lo faccio diventare lo stadio più bello d’Italia. Se i consiglieri di Napoli si allineano per il bene della città sarebbe meglio” ha detto il patron azzurro a Prime Video.

Leggi anche: Il Psg “inguaia” il Milan grazie ad un rigore dubbio