Vai al contenuto

Roma, non basta il 3-0 allo Sheriff: saranno playoff

Roma, non basta il 3-0 allo Sheriff: saranno playoff

La Roma ha sconfitto 3-0 lo Sheriff nell’ultimo match dei gironi di Europa League. La larga vittoria dello Slavia Praga contro il Servette fanno chiudere però i giallorossi al secondo posto e dunque ai playoff. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: NBA, Draymond Green sospeso a tempo indeterminato

Leggi anche: Da raccattapalle a goleador: la storia di Hamilton

José Mourinho
Jose’ Mourinho, allenatore della AS Roma, osserva la partita di Serie A tra SS Lazio e AS Roma allo Stadio Olimpico il 12 novembre 2023 a Roma, Italia. (Foto di Giuseppe Maffia/NurPhoto via Getty Images)

La Roma ha chiuso con una larga vittoria il girone di Europa League: battuto 3-0 lo Sheriff. Nel primo tempo ci ha pensato Lukaku a sbloccare il risultato con un tap-in vincente sfruttando l’assist preciso dalla sinistra di Zalewski, prezioso anche per il raddoppio, con un pallonetto deviato da Koval e poi deviato di testa in porta da Belotti.

Nel finale Mourinho ha inserito i giovani e al 93′ il diciannovenne Pisilli ha firmato il tris definitivo dopo uno scambio con Lukaku e un destro vincente deviato che ha beffato Koval. Un risultato tondo e convincente, che però non evita ai giallorossi il secondo posto nel girone. La larga vittoria ottenuta dallo Slavia Praga contro il Servette infatti condanna Pellegrini e compagni ai playoff per poter continuare il percorso nella seconda competizione europea.

Saranno playoff

La Roma dovrà dunque superare i playoff per poter continuare il proprio percorso in Europa League. Il 15 e il 22 febbraio i giallorossi affronteranno in un doppio incontro una delle squadre retrocesse dalla Champions League. Lunedì alle 13 si svolgerà a Nyon il sorteggio. Ecco di seguito le possibili avversarie:

. Galatasaray (gruppo A)

. Lens (gruppo B)

. Braga (gruppo C)

. Benfica (gruppo D)

. Feyenoord (gruppo E)

. Milan (gruppo F, ma i rossoneri non potranno essere sorteggiati contro la Roma)

. Young Boys (gruppo G)

. Shakhtar Donetsk (gruppo H)

Roma-Sheriff, il tabellino

Marcatori: 11′ Lukaku, 32′ Belotti, 93′ Pisilli

ROMA (3-5-2): Svilar 6; Celik 6, Cristante 6.5, Llorente 6.5 (61′ Paredes 6); Karsdorp 6, Bove 6, Sanches 5.5 (61′ Pagano 6), Aouar 6 (46′ El Shaarawy 6), Zalewski 7 (85′ Mannini sv); Belotti 7 (72′ Pisilli 7), Lukaku 7.5. Allenatore: José Mourinho.

SHERIFF (3-5-2): Koval 5.5; Apostolakis 5 (36′ Zohouri 6), Tovar 5, Garananga 5; Badolo 5.5 (85′ Vardar sv), Talal 5.5, Ricardinho 5.5, Fernandes 6, Artunduaga 6; Mbekeli 5, Ankeye 5.5 (72′ Luvannor 6). Allenatore: Pylypchuk

Arbitro: Brisard (Francia)

Ammoniti: Talal (S), Bove (R)

Le parole di Mourinho

Intervenuto nel post-partita, il tecnico giallorosso José Mourinho ha commentato così il secondo posto nel girone: “Siamo secondi per colpa nostra. Ha pesato un’unica partita orribile, quella giocata a Praga, che ha deciso il primo posto. In casa abbiamo sempre vinto, così come solo nella prima trasferta. Paghiamo per colpe nostre: il playoff significa giocare due partite in più per una rosa che non ha bisogno di gare in più ma in meno. Lo dovremo fare con una squadra importante di Champions, ma nemmeno loro saranno felici“.