Vai al contenuto

“Rinasce” la Superlega: come sarà strutturata

“Rinasce” la Superlega: come sarà strutturata

La sentenza epocale pronunciata dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europa ha riaperto le porte alla creazione di una nuova Superlega, una competizione esterna a Uefa e Fifa e che sarà autonomamente gestita dai club partecipanti.

Leggi anche: Corte UE annulla “monopolio” Uefa e apre alla Superlega

Leggi anche: Il modello dell’Arabia Saudita: una Superlega e fasce di stipendi

La nuova versione, presentata oggi dalla A22 Sports, sarà radicalmente diversa rispetto a quella creata e disfatta nel 2021: si parla infatti di una competizione molto meno “elitaria” composta da 64 club suddivisi in tre divisioni (Star League, Gold League e Blue League) che rispetteranno meccanismi di promozione e retrocessione annuale. La qualificazione nella terza e ultima divisione, la Blue League appunto, terrà conto dei risultati ottenuti nei rispettivi campionati nazionali garantendo così un criterio di “meritocrazia” assente nella precedente versione. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Erling Haaland
Erling Haaland del Man City festeggia il suo gol durante la partita della fase a gironi della UEFA Champions League tra BSC Young Boys e Manchester City allo Stadion Wankdorf il 25 ottobre 2023 a Berna, Svizzera. (Foto di Manuel Winterberger/Eurasia Sport Images/Getty Images)

Il funzionamento della Superlega

I club che prenderanno parte alla Superlega giocheranno in casa e fuori casa suddivisi in gruppi da otto per un minimo di 14 partite all’anno, che si disputeranno da settembre ad aprile, senza interferire con l’attuale calendario dei campionati nazionali. A fine stagione, la fase ad eliminazione diretta determinerà i campioni di ogni lega e i club da promuovere da una divisione all’altra. Per quanto riguarda la Blue League, 20 dei 32 club lasceranno la competizione e saranno sostituiti da altre 20 squadre in arrivo dai campionati nazionali, sulla base della classifica stagionale.

Streaming gratis e premio fedeltà

Secondo quanto affermato dal CEO della A22 Reichart, per la trasmissione in diretta delle gare della competizione sarebbe prevista una piattaforma streaming che permetterà di vedere gratuitamente tutte le partite della Superlega. Intanto dalla Spagna emerge un retroscena clamoroso riguardo alla partecipazione di Real Madrid e Barcellona alla prossima Superlega. Secondo il quotidiano iberico Sport, i due famosissimi club vedranno lautamente ripagata la loro fedeltà al progetto venuto alla luce nel 2021 con un “premio fedeltà” che può arrivare fino a un miliardo di euro.