x

x

Vai al contenuto

Rai, la decisione sul programma spiazza tutti: doccia gelata per il famoso conduttore

Rai, la decisione sul programma spiazza tutti: doccia gelata per il famoso conduttore

I cambiamenti in casa Rai non sono finiti. Da quando sono stati presentati i nuovi palinsesti, al pubblico c’è voluto un pò di tempo per abituarsi a non vedere più i volti protagonisti della tv pubblica. Dall’addio di Fabio Fazio e Luciana Litizzetto, passati ora sul Nove, all’arrivo di Pino Insegno che sostituirà Flavio Insinna a L’Eredità, il pubblico del piccolo schermo non ha ancora digerito la rivoluzione. Ma la Rai non ha ancora trovato un equilibrio, e gli ultimi dati sul ritorno dello storico programma non danno risultati, così i piani alti hanno preso una grossa decisione.

Leggi anche: Wanna Marchi, quanto prende di pensione

Leggi anche: Terremoto in Italia nella notte: la zona colpita

Il ritorno dello storico programma: non ci siamo

Il Mercante in fiera è tornato su Rai 2, con Pino Insegno al comando. Eppure il pubblico non sembra interessato, con uno share al di sotto del 2% con telespettatori intorno ai 350mila, non si conferma ai livelli del canale. Lo stesso Insegno si era lamentato delle critiche nei giorni scorsi, sostenendo che fossero ingenerose. Ma la realtà è che il programma non ha successo e adesso in molti si stanno chiedendo cosa deciderà di fare la Rai. Soprattutto perché tra poco ricomincia L’Eredità. (continua dopo la foto)

Leggi anche: “Amici 23”, dove abbiamo già visto Marisol Castellanos

La decisione della Rai

Il web si sta chiedendo se la Rai abbia preso a decisione giusta nel dare spazio al Mercante i Fiera per rinunciare ad ascolti facili con repliche di film americani visti e rivisti. Intanto le ipotesi sul futuro di Insegno si riducono ad un paio. Come riportato da TVBlog, qualcuno pensa che spostare il programma in un’altra fascia oraria potrebbe giovare, oppure chiudere baracca e burattini e tornare alle vecchi programmazioni. Bisogna capire quante puntate sono già state registrate, ma si pensa che entro metà di questo mese verrà presa una decisione.