x

x

Vai al contenuto

Nuovo virus killer, primo caso in Italia: fate attenzione a questo

Nuovo virus killer, primo caso in Italia: fate attenzione a questo

Virus sinciziale. Un nuovo morbo è arrivato nel nostro paese. Il virus può rivelarsi pericoloso e in alcuni casi addirittura mortale. Il primo caso è stato registrato in un bambino di pochi mesi. Il virus, infatti, colpisce soprattutto i più piccoli. Il presidente della Società italiana di malattie respiratorie infantili, Fabio Midulla, ha lanciato un serio allarme. (Continua…)

Leggi anche: Nuovo virus mangiacarne, il dottore: “Può essere letale una volta su cinque”

Leggi anche: Nuovo virus preoccupa l’Europa, l’Oms lancia l’allarme: le parole di Bassetti

Virus sinciziale, primo caso registrato in Italia

Il virus sinciziale sta per diffondersi anche in Italia. È stato registrato infatti il primo caso in un bimbo di tre mesi al Policlinico Umberto I di Roma. La notizia è stata annunciata da Fabio Midulla, presidente della Società italiana di malattie respiratorie infantile, all’AdnKronos. Il virus sinciziale può rivelarsi molto pericoloso e in alcuni casi addirittura mortale. Il virus è la causa più comune di bronchiolite, ovvero dell’infiammazione delle piccole vie aeree dei polmoni, e di polmonite. Esso può colpire i bambini di qualsiasi età, ma è più comune in quelli tra i 2 e gli 8 mesi. Il virus era già stato osservato in una bambina di 2 mesi proveniente dalla Danimarca. (Continua…)

Leggi anche: Malore improvviso, Alessia muore a 14 anni davanti ai genitori: poi la scoperta choc

Leggi anche: Speranze finite: trovato il corpo del Dottor Lucio

Le caratteristiche del virus

Il virus sinciziale, come abbiamo detto, è la causa più comune di bronchiolite e polmonite. È molto contagioso e provoca epidemie annuali proprio come l’influenza. Si trasmette per via aerea o per contatto diretto delle secrezioni nasali infette con le membrane mucose degli occhi, della bocca o del naso. Il periodo di maggiore contagiosità è compreso tra novembre e aprile, con un picco nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Il periodo di incubazione è tra i quattro e i sei giorni. (Continua…)

Le parole di Fabio Midulla

All’AdnKronos, Fabio Midulla ha lanciato l’allarme: “Ci aspettiamo, in due o tre settimane, l’inizio dell’epidemia annuale di virus respiratorio sinciziale che ha tra le cause tipiche, nei bambini, la bronchiolite. Per quanto riguarda la bronchiolite abbiamo già dei bambini ricoverati, con forme non gravissime, causate però da rinovirus e non, ovviamente, da virus sinciziale. Il rinovirus, infatti, è uno dei virus respiratori che colpisce l’infanzia e può provocare bronchite asmatica o, appunto, bronchiolite. L’epidemia annuale comincia sempre col rinovirus e solo dopo comincia a comparire il virus respiratorio sinciziale. In questi giorni stiamo già vedendo infezioni respiratorie, dalle situazioni medie a quelle più complicate, perché sta cambiando il clima, con variazioni termiche che favoriscono la circolazione virale”.