Vai al contenuto

Nizza, Atal condannato per istigazione all’odio

Nizza, Atal condannato per istigazione all’odio

Youcef Atal, terzino destro del Nizza e della Nazionale algerina, è stato condannato a 8 mesi di reclusione (con sospensione della pena), oltre ad una multa di 45 mila euro, per istigazione all’odio.

Leggi anche: Nizza, 7 giornate di squalifica ad Atal per apologia di terrorismo

Leggi anche: Nantes-Nizza: morto un tifoso dopo gli scontri nel pre-partita

Il laterale algerino ha infatti condiviso nei mesi scorsi un video che invocava “una giornata nera per gli ebrei” nel conflitto tra Israele e Hamas. Accusato di istigazione all’odio per motivi religiosi, Atal sarà costretto a pagare a proprie spese la sentenza di condanna sul quotidiano locale Nice-Matin e sul quotidiano nazionale Le Monde. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Youcef Atal
Youcef Atal dell’Algeria durante la partita Algeria-Guinea Equatoriale, Coppa d’Africa allo stadio Japoma. (Foto di Thor Wegner/DeFodi Images via Getty Images)

Nel processo, iniziato il 18 dicembre, l’accusa aveva chiesto per Atal dieci mesi di reclusione e la pubblicazione della sentenza per un mese sulla home page dell’account Instagram del giocatore, profilo che consta di 3,2 milioni di followers.

Cosa diceva il post condiviso da Atal

Pochi giorni dopo gli attacchi del 7 ottobre in Israele, il giocatore aveva condiviso sul suo account Instagram il video di un predicatore islamico che invocava un “giorno nero” per Israele e gli ebrei. Atal è stato sospeso dal Nizza, suo attuale club, prima ancora della sentenza pronunciata oggi dai giudici.