x

x

Vai al contenuto

Meteo, Mario Giuliacci stravolge le previsioni: “Cosa accadrà a Novembre”

Meteo, Mario Giuliacci stravolge le previsioni: “Cosa accadrà a Novembre”

Mancano pochi giorni all’entrata del mese di Novembre. Il cambio dell’ora ha reso le giornate più corte con il sole che lascia spazio alla notte già nel pieno pomeriggio ci sta introducendo verso l’inverno e per questi in molti si sono chiesti che cosa accadrà a livello di clima il prossimo mese. A rispondere a questa domanda ci ha pensato il colonnello Mario Giuliacci. Dopo un’estate caldissima e un autunno che ha tardato ad arrivare, ora dovremmo entrare nel pieno. E dopo settimane di clima mite, sta per arrivare novembre e forse anche il freddo e il maltempo. Vediamo nel dettaglio le sue previsioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Meteo, scatta l’allerta in 18 regioni: cosa si abbatte sull’Italia

Leggi anche: Meteo, Mario Giuliacci avverte gli italiani: che tempo farà per il ponte di Ognissanti

Leggi anche: Meteo, le previsioni fanno felici gli italiani: qui farà caldissimo

Leggi anche: Meteo, Mario Giuliacci avverte gli italiani: subito una brutta sorpresa

Meteo, Mario Giuliacci svela le previsioni di Novembre

Secondo quanto riporta il colonnello Mario Giuliacci sul suo sito di previsioni del tempo, dopo la famosa “ottobrata”, almeno sul nord Italia, arriverà finalmente il vero clima autunnale. In particolare, secondo il meteorologo, la prima parte del mese sarà caratterizzata dal passaggio di perturbazioni piovose che si concentreranno soprattutto al Centro-Nord. Le piogge saranno accompagnate da correnti piuttosto fredde che, dunque, getteranno le basi per copiose nevicate sulle zone alpine fino a quote attorno ai 1000 metri. Ma quando inizierà tutto questo? Sicuramente a partire dal weekend di sabato 4-domenica 5 novembre.

Intanto, nella giornata di oggi lunedì 30 ottobre 2023 “l’Italia sarà colpita da una violenta ondata di maltempo con il rischio di avere veri e propri nubifragi in alcune zone del nostro paese a causa di una perturbazione in arrivo dal Nord Europa”, avverte Giuliacci. “Lunedì entreranno dalla Porta del Rodano fredde e instabili correnti provenienti dal Nord Europa e potrebbero formare un pericoloso ciclone con inevitabili conseguenze sull’Italia. Mentre l’area depressionaria si avvicina al nostro paese attirerà a sé venti miti dal meridione e che attraversando il bacino mediterraneo si caricherà di umidità fornendo carburante per la creazione di imponenti celle temporalesche. Possiamo quindi attenderci nubifragi sulle regioni di Nord-Est e tra Liguria e alta Toscana con accumuli di pioggia fino a 150 millimetri in pochissime ore”, ha concluso l’esperto. (Continua a leggere dopo la foto)

Qualche curiosità in più sul mese dei morti

Novembre è l’undicesimo mese dell’anno secondo il calendario gregoriano e il terzo e ultimo mese dell’autunno nell’emisfero boreale e della primavera nell’emisfero australe. Conta 30 giorni e si colloca nella seconda metà di un anno civile. Il nome deriva dal latino november, novembris, derivato a sua volta da novem, nove, perché era il nono mese del calendario romano, che incominciava con il mese di marzo. In questo mese si ricordano i defunti ed è per questo motivo che novembre è soprannominato anche “mese dei morti”. I segni zodiacali del mese di novembre sono lo Scorpione (dal 23 ottobre al 22 novembre) e il Sagittario (dal 23 novembre al 21 dicembre).

I primi giorni del mese possono essere caratterizzati da un breve periodo di belle giornate, culminanti l’11 novembre, giorno conosciuto come estate di san Martino per l’improvvisa mitezza del clima. Il poeta Giovanni Pascoli ha dedicato all’incanto di questo fenomeno, singolare quanto fugace e illusorio, un componimento in versi intitolato Novembre. Il primo di novembre ricorre la solennità di Ognissanti e il giorno seguente la Commemorazione dei defunti. Il 27 di novembre ricorre la Festa della Madonna della Medaglia miracolosa. Altre ricorrenze di notorietà internazionale sono il Black Friday e il Giorno del ringraziamento.