x

x

Vai al contenuto

Messina Denaro, una vita privata molto intensa: ecco tutte le donne dell’ex boss

Messina Denaro, una vita privata molto intensa: ecco tutte le donne dell’ex boss

Matteo Messina Denaro, noto come uno dei boss più pericolosi della mafia italiana, ha sempre destato curiosità non solo per le sue attività criminali, ma anche per la sua vita privata. Le donne hanno svolto un ruolo significativo nella vita del boss, dalle amanti storiche alle relazioni che sono emerse solo dopo la sua cattura.

Leggi anche: Fabrizio Corona rompe il silenzio dopo lo scandalo su Messina Denaro

Leggi anche: Lutto nel mondo del teatro, l’attore è scomparso

Le donne di Matteo Messina Denaro

Nella vita di Matteo Messina Denaro, le donne hanno sempre avuto un ruolo di rilievo. Fin dagli anni ’90, quando gli investigatori individuarono la sua storica amante Maria Mesi. “Avrei voluto conoscerti fin da piccola e crescere con te, sicuramente te ne avrei combinate di tutti i colori perché da bambina ero un maschiaccio”, scriveva la Mesi in una lettera ritrovata a casa del cognato di Messina Denaro, Filippo Guttadauro. Maria Mesi è stata condannata a 3 anni di reclusione per favoreggiamento, ma è stata solo una delle tante donne che hanno attraversato la vita del boss.

Durante gli anni della sua latitanza, altre figure femminili sono emerse dopo il suo arresto. Tra queste, c’è stata una donna austriaca, Andrea Haslehner, con la quale Messina Denaro ha avuto una relazione tra il 1988 e il 1994. La loro relazione è stata svelata quando è emerso che Andrea lavorava in un hotel in provincia di Trapani e il direttore dell’hotel aveva espresso apertamente la sua antipatia «quei quattro mafiosetti» che frequentavano l’ex boss. Questo sfociò nell’omicidio del direttore da parte di Messina Denaro.

Leggi anche: Barbara D’Urso devastata per la morte del collega: il dolore della conduttrice

Leggi anche: Uscito dal carcere, concessi i domiciliari: scoppia la bufera

Le ultime due amanti

Altri personaggi femminili sono emersi dopo l’arresto di Messina Denaro. Una donna di circa 60 anni, residente a Campobello di Mazara, è stata interrogata dai Carabinieri per sospetti di favoreggiamento. Le indagini si concentravano su una possibile connessione tra lei e Messina Denaro come “postino” nel sistema di comunicazione del boss durante la sua latitanza. Tuttavia, la donna ha negato qualsiasi coinvolgimento, sostenendo che non conosceva Messina Denaro e che il suo stile di vita era il risultato del suo lavoro. La 60enne gestisce un locale alla periferia di Campobello e ha un tenore di vita piuttosto elevato; quando gli investigatori le hanno chiesto del suo Suv da 70mila euro, lei ha però nuovamente replicato: “Faccio l’imprenditrice, è tutto frutto del mio lavoro di anni”.

Infine, c’è un’ultima donna, anch’essa scoperta dopo l’arresto di Messina Denaro, che ha confessato di aver avuto una relazione con l’ex latitante per oltre due anni. Tuttavia, ha sostenuto di non sapere che si trattasse di Matteo Messina Denaro. “Sì, ho avuto una relazione con quell’uomo. Andava avanti da oltre due anni, ma – ha sostenuto davanti agli inquirenti – non sapevo che fosse Messina Denaro“.