Vai al contenuto

L’ascesa di Yann Bisseck: si è preso l’Inter in un mese

L’ascesa di Yann Bisseck: si è preso l’Inter in un mese

Simone Inzaghi si gode e coccola Yann Bisseck. Dopo un avvio di stagione a rilento, il difensore centrale tedesco ha conquistato la fiducia di tutto il mondo nerazzurro. Con il Lecce è arrivato il suo primo gol in campionato. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Osimhen-Politano e curva Verona: le decisioni del giudice sportivo

Leggi anche: Milan, arriva Popovic: beffato il Manchester City

Yann Bisseck
Yann Bisseck in azione durante Germania-Giappone Under 21, amichevole internazionale. (Photo by Marvin Ibo Guengoer – GES Sportfoto/Getty Images)

Il difensore tedesco Yann-Aurel Bisseck ha segnato il suo primo gol in Serie A nel match vinto contro il Lecce a San Siro. Acquistato dall’Aarhus durante l’estate, il giovane nato a Colonia il 29 novembre 2000 è stato schierato da Inzaghi a causa dell’emergenza difensiva, con Pavard e de Vrij appena rientrati e Dumfries e Dimarco assenti. Darmian è stato spostato in fascia, consentendo a Bisseck di completare il terzetto difensivo insieme ad Acerbi e Bastoni.

Il difensore ha trovato la via del gol contro il Lecce, segnando il vantaggio solo tre minuti dopo aver colpito la traversa. Da notare che Bisseck ha dimostrato di avere una certa inclinazione verso le mercature: con l’Aarhus in tutte le competizioni considerate ha segnato cinquereti.

Adesso Inzaghi se lo gode, consapevole di avere a disposizione un talento affidabile per il presente e redditizio per il futuro. Dopo quattro mesi di panchina il centrale 23enne ha dimostrato tutte le sue qualità e adesso anche la valutazione di mercato cresce.

Le parole di Bergomi

Sul talento di Bisseck si è espresso anche Beppe Bergomi, che ai microfoni di Sky Sport ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Devo ricredermi, sta facendo bene e non pensavo che in poco tempo interpretasse il ruolo con questa personalità. C’era un po’ di tensione in campo perché dopo l’eliminazione di Coppa Italia, in una partita in cui aveva fatto bene, ha fatto fatica a sbloccare e c’era un po’ di sofferenza“.

Argomenti