Vai al contenuto

La Roma ribalta la Cremonese: gol di Lukaku e Dybala

La Roma ribalta la Cremonese: gol di Lukaku e Dybala

La Cremonese va in vantaggio e rischia il colpaccio. Nel finale prima il pareggio di Lukaku e poi il rigore di Dybala premiano la Roma.

Cremonese in vantaggio

La Roma nella prima mezz’ora ci prova anche senza troppa convinzione. Manovra compassata e urla di Mourinho che si sentono dalla tribuna stampa. Al 29esimo minuto Lukaku sbaglia clamorosamente di testa, poi Belotti calcia addosso a Jungdal e Pellegrini colpisce la traversa da facile posizione. Porta stregata e imprecisione dell’attacco giallorosso. In pochi secondi tre errori clamorosi e lì la partita pare girare. Tsadjout invece non perdona e colpisce inserendosi tra Llorente e Cristante, molto distratti nell’occasione. Zanimacchia addirittura potrebbe raddoppiare ma il suo tiro va fuori non di molto. All’intervallo la Roma è sotto e l’Olimpico fischia. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche:Napoli, dopo Mazzocchi altri due colpi di mercato

Leggi anche: Nizza, Atal condannato per istigazione all’odio

Lukaku Roma
Romelu Lukaku festeggia dopo aver segnato il gol per la Roma allo Stadio Olimpico (Foto di Matteo Ciambelli/DeFodi Images via Getty Images)

Ripresa della Roma

Mourinho inserisce Dybala, Kristensen e Zalewski dare una svolta alla gara ed evitare l’eliminazione. El Shaarawy olpisce il palo e Mou capisce che è il momento per tentare il tutto per tutto con Azmoun. Bisogna aspettare però il 77’ per il pareggio di Lukaku. E’ proprio Azmoun ad iniziare l’azione poi finalizzata dal belga. Dybala poco dopo potrebbe colpire a colpo sicuro con un rigore in movimento ma spara alto. La svolta arriva nel finale quando Sernicola atterra Spinazzola in area: Dybala è freddo e insacca il 2 a 1 per i giallorossi. L’ultima occasione è per El Shaarawy che sbaglia a porta vuota il colpo del ko. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Roma - Rete di Lukaku
Paulo Dybala festeggia con il compagno Romelu Lukaku dopo il gol (Foto di Paolo Bruno/Getty Images)

Le parole di Mourinho

José Mourinho ai microfoni di Mediaset ha sottolineato le difficoltà della Roma nella partita contro la Cremonese: “Abbiamo fatto il minimo per non soffrire troppo. Serve rispetto per le nostre difficoltà, per quello che diamo. Nessuna squadra in Italia ha vinto una partita senza un difensore centrale, o se lo ha fatto non è comunque cosa facile. Siamo uniti, il rischio è ovvio che ci sia, se vai sotto e prendi il secondo sei fuori. Avevamo Llorente e Celik ammoniti, Kristensen è veloce e per star dietro ai loro cambi, mi sono fidato della sua velocità. Poi abbiamo riempito l’area, Dybala a creare, Azmoun dietro a Lukaku, ho messo pure Spinazzola. Fossimo usciti saremmo morti di stanchezza e senza più soluzioni, abbiamo vinto meritatamente contro una squadra che non è di Serie B“.

Tabellino della gara

ROMA (3-5-2): Svilar; Celik (46′ Kristensen), Cristante, Llorente (46′ Zalewski); Karsdorp (74′ Spinazzola), Bove (66′ Azmoun), Paredes, Pellegrini, El Shaarawy; Lukaku, Belotti (46′ Dybala).
A disp.: Rui Patricio, Boer, Renato Sanches, Pagano, Pisilli.
All.: José Mourinho

CREMONESE (3-5-2): Jungdal; Antov, Ravanelli, Tuia (53′ Bianchetti); Ghiglione (46′ Majer), Collocolo, Castagnetti (61′ Quagliata), Zanimacchia, Sernicola; Okereke (61′ Coda), Tsadjout (61′ Abrego).
A disp.: Brahja, Saro, Sekulov, Ciofani, Afena-Gyan, Valzania, Vazquez, Rocchetti, Lochoshvili.
All.: Giovanni Stroppa

Ammoniti: Castagnetti (C), Ghiglione (C), Antov (C), Ravanelli (C), Llorente (R), Celik (R), Karsdorp (R), Bianchetti (C)

Leggi anche: 250 di Hong Kong: Musetti fuori al 2° turno

Argomenti