x

x

Vai al contenuto

Italia, finalmente arriva la neve (tantissima): la svolta imminente

Italia, finalmente arriva la neve (tantissima): la svolta imminente

Abbiamo passato anche la seconda metà di febbraio e pare che l’inverno non sia mai realmente arrivato. La neve a bassa quota si è vista poco e niente e non è ciò a cui siamo abituati in questo periodo dell’anno. Tra un mese entreremo nella primavera e in attimo è già estate. Ma non corriamo troppo. Secondo alcuni esperti meteorologici la situazione sta cambiando e la neve ha tutto il tempo per imbiancare le strade. Ecco il cambiamento imminente già da domani.

Leggi anche: Distrugge casa e minaccia la moglie: poi la terribile reazione con gli agenti di polizia

Leggi anche: Terremoto in Italia, dove e quando è successo

arriva la neve

Finalmente arriva la neve

Oggi, 19 gennaio, il sole splende su gran parte del Paese, ma già da domani, Martedì 20 Febbraio ci aspetta una prima svolta, in attesa dell’arrivo di un ulteriore peggioramento che riporterà sull’Italia tanta pioggia, vento e anche la neve! Gli ultimi aggiornamenti dei Centri di Calcolo lo hanno appena confermato: ci stiamo avvicinando al termine di questa ennesima, prolungata fase di predominio dell’anticiclone africano, che ha offerto ancora una volta condizioni di anomala mitezza e stabilità. Già da domani un vortice ciclonico di rapida evoluzione colpirà maggiormente le zone del Sud e la Sicilia, mentre sul resto della penisola le temperature si manterranno miti e poco sopra la media. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Tragico incidente, Maurizio muore a 22 anni: chi c’era con lui

La neve arriva giovedì 22

Gli esperti di Meteo.it affermano che da giovedì 22 febbraio è atteso l’arrivo di una forte perturbazione atlantica che causerà un significativo cambiamento delle condizioni meteorologiche. “Prenderà il via una fase di maltempo innescata da un ciclone sospinto da aria di origine polare: sono previste nevicate intense dapprima su Piemonte, Valle d’Aosta, Valchiavenna, Valtellina, Alpi Orobie con fiocchi a partire dai 1200/1300 metri di quota, in estensione poi a Trentino Alto AdigeCadore Friuli Venezia Giulia“, si evince dal sito. Durante la giornata, si prevede un progressivo incremento della nuvolosità anche al Centro, sebbene il tempo dovrebbe rimanere asciutto Al Sud, invece, avremo una maggiore stabilità atmosferica.

La situazione peggiorerà nella giornata di venerdì, quando rovesci anche intensi colpiranno al Centro e il Sud, specialmente in Campania. Per quanto riguarda la neve, che cadrà copiosa sulle Dolomiti anche sotto i 1000 metri e a quote più alte sulla dorsale appenninica centrale.