Vai al contenuto

Il Lecce cede all’ultimo minuto: Lukaku salva la Roma

Il Lecce cede all’ultimo minuto: Lukaku salva la Roma

La Roma riesce nel finale di gara a battere un ottimo Lecce. Lukaku prima sbaglia il rigore, poi segna il gol decisivo che regala i tre punti.

Lukaku fallisce il rigore

Roma subito in palla grazie all’iniziativa di Aouar dopo un paio di minuti. Palla al centro per Dybala che spreca un rigore in movimento per la disperazione di Mourinho. L’arbitro però ravvisa un tocco di mano di Baschirotto sul tiro dell’argentino, fallo poi confermato dal VAR. Lukaku però fallisce dagli undici metri facendosi ipnotizzare da Falcone. Il belga accusa il colpo e sbaglia un paio di stop per distrazione, ma la Roma continua a macinare gioco. Al 25esimo è ancora Aouar a provare il cosiddetto tiro a giro costringendo Falcone agli straordinari. Dybala si abbassa fino alla metà campo per prendere palla e far risalire la squadra, anche se in area avversaria servirebbe più presenza. I salentini si affidano solamente a Banda per le sporadiche iniziative offensive. Il primo tempo si chiude sullo zero a zero, con qualche recriminazione da parte dei capitolini. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Scontro salvezza: il Cagliari supera 2-1 il Genoa

Leggi anche: Il Monza vince a Verona 3-1: super Colombo con una doppietta

Dybala tira la maglia
Paulo Dybala visibilmente deluso dopo l’occasione sprecata (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Ritmi bassi nella ripresa

Lukaku ad inizio ripresa ha la possibilità di riscattarsi da facile posizione: ancora una volta è Falcone a sbarrare la strada all’attaccante della Roma. I ritmi sono bassi, le squadre faticano a trovare gli spazi giusti. D’Aversa capisce il momento delicato dei suoi e inserisce Gallo e Gonzalez per Dorgu e Rafia. Poi inizia tutta un’altra gara negli ultimi venti minuti. Almqvist sfrutta un errore di Mancini su Banda per insaccare alle spalle di Rui Patricio. Mourinho prova il tutto per tutto e gioca con Dybala, Azmoun, Lukaku e Belotti contemporaneamente in campo. Sembrano tornati i tempi del triplete, quando il tecnico nei momenti difficili lanciava mezza squadra all’attacco. E l’azzardo paga, perché nei minuti di recupero l’iraniano segna di testa il temporaneo pareggio, prima del gol all’ultimo respiro di Lukaku. Festa grande sulla panchina romanista, mentre il belga sfoga tutta la rabbia dopo il rigore sbagliato. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Mourinho in panchina
Mourinho seduto sulla panchina della Roma all’Olimpico (Getty Images)

Mourinho a fine partita sembra scatenato e corre ad abbracciare uno ad uno i propri giocatori. “Abbiamo finito con Belotti quinto di destra. Ragazzi e pubblico straordinari perché di solito in casa quando perdi 1-0 non è normale questa passione fra tifosi e giocatori. Hanno meritato sia i giocatori che i tifosi” ha detto il mister portoghese al termine della sfida vinta 2-1 contro il Lecce di D’Aversa.

Leggi anche: La Coppa Libertadores è della Fluminense: 2-1 nei supplementari

Argomenti