Vai al contenuto

Goleada Inter, cinquina al Monza con super Calhanoglu

Goleada Inter, cinquina al Monza con super Calhanoglu

Calhanoglu e Lautaro Martinez in grande serata trascinano l’Inter nella goleada inflitta al Monza di Palladino. Ora i nerazzurri tornano momentaneamente a +5 sulla Juve.

Segnale forte

L’Inter stende il Monza e allunga nuovamente sulla Juventus, con un vantaggio temporaneo di cinque punti. Massimiliano Allegri martedì sfiderà il Sassuolo e proverà a tornare a due lunghezze per tenere vivo il sogno scudetto. I nerazzurri archiviano la pratica campionato e guardano alla Supercoppa Italiana che si disputerà in Arabia Saudita, uno degli obiettivi stagionali. Intanto Lautaro Martinez ha siglato già il diciottesimo gol in Serie A, mentre Calhanoglu sale a quota nove proprio alle spalle dell’argentino.

Leggi anche: Il Napoli riemerge: battuta 2-1 la Salernitana all’ultimo respiro

Leggi anche: Pioli: “Nessuno qua è soddisfatto della stagione”

Uno due micidiale

Il Monza parte malissimo e subisce il pressing dell’Inter. Da un cross di Pavard nasce il vantaggio interista. Il colpo di testa di Lautaro Martinez colpisce il braccio di Gagliardini. L’arbitro Rapuano viene richiamato dal VAR e assegna il penalty. Calhanoglu realizza quindi il tredicesimo rigore su tredici tirati con l’Inter, 16/16 in Serie A senza nessun errore all’appello. Il raddoppio giunge poco dopo e parte da un’impostazione di Sommer, poi perfezionata da De Vrij. Mkhitaryan inventa, Dimarco regala l’assist decisivo per Lautaro, che batte Sorrentino. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Giocatori dell'Inter in campo
Denzel Dumfries, Alessandro Bastoni e Stefan De Vrij (Foto di Francesco Scaccianoce/Getty Images)

Goleada dell’Inter

Il due a zero all’intervallo è l’inizio di una goleada. Calhanoglu sfrutta il cross di Mkhitaryan e il successivo tacco di Thuram per firmare la doppietta ad inizio secondo tempo. Il turco lascia il campo ad Asllani, poi Pavard sfiora il poker. È invece il Monza ad accorciare le distanze su rigore con Pessina dopo il fallo di Darmian su Mota. Inzaghi risparmia le forze e inserisce Acerbi per Bastoni e Carlos Augusto per Dimarco. Nel finale Lautaro Martinez timbra il cartellino sull’ennesimo rigore, poi Thuram chiude tutto con la rete su assist di Mkhitaryan.

Leggi anche: Genoa-Torino 0-0: pareggio che non nuoce a nessuno

Argomenti