Vai al contenuto

Giornalismo italiano in lutto: Renato stroncato da un malore

Giornalismo italiano in lutto: Renato stroncato da un malore

Giornalismo italiano in lutto: Renato stroncato da un malore – Un terribile lutto colpisce il mondo dell’informazione: i giornalisti dicono addio ad un grande professionista. Uno di quei cronisti di razza che non hanno paura di consumare la suola delle scarpe per avvicinarsi il più possibile alla verità e toccare con mano la notizia. Soltanto il 2 gennaio annunciava entusiasta: “Ok, si ricomincia. Riorganizzazione e rilancio Unione Cronisti”. Un malore improvviso ha spento il suo entusiasmo per sempre. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Tragedia nel carcere di Verona: è successo nella stessa sezione di Filippo Turetta

Leggi anche: Terribile incendio, la casa va a fuoco e poi la tragedia: morti 5 bambini

morto giornalista 857x1024

Giornalismo italiano in lutto: Renato Rocco stroncato da un malore

Giornalismo in lutto per l’improvvisa scomparsa di Renato Rocco, 71 anni, decano dei cronisti napoletani. L’uomo è stato stroncato da un infarto, mentre si trovava in casa con i figli, Edoardo ed Antonio, che hanno perso la loro mamma, Alessandra Origo, anche lei giornalista, il 3 novembre scorso. Come ricorda giustamente l«Ansa», che ha dato per prima la drammatica notizia, Rocco era conosciuto e apprezzato per il suo lavoro decennale in diverse testate, ma anche per l’impegno sul versante associativo della categoria. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Morte di Riva: calcio italiano in lutto per il campione

Leggi anche: Dalla Serie A ad Infantino, tanti messaggi per Riva

Renato Rocco 798x1024

Giornalismo italiano in lutto: addio a Renato Rocco, aveva 71 anni

Renato aveva 71 anni, volto storico della sala cronisti della questura napoletana, era stato presidente dell’Unione Cronisti di Napoli al cui rilancio stava lavorando nelle ultime settimane. Ha lavorato per l’Agi, il Roma, Leggo, la Verità. I funerali si terranno domani alle 16 alla parrocchia di San Vincenzo Pallotti in via Manzoni, 1. Tanti i messaggi di cordoglio sui social da parte dei colleghi, raccolti da “Napoli Today”. (continua a leggere dopo le foto)

lutto

Tanti i messaggi di cordoglio da parte dei colleghi

“Ci sono i colleghi, ci sono gli amici, ci sono poi, ma sono pochissimi, quelli che non puoi definire se non fratelli…. Renato Rocco era un fratello e non riesco a smettere di piangere… Grazie Rena’ per 40 anni di amicizia… quella vera … Arrivederci”, ha scritto su Facebook Mimmo Annunziata. “Se ne va un vero amico, un grande professionista che mi ha sempre dimostrato tanto affetto e stima… che dolore Renato… fa ancora più male pensando a quel caffè che dovevamo prendere da tempo, ai progetti di cui volevi parlarmi e all’entusiasmo che mettevi in ogni cosa… ciao amico mio, ti porterò sempre nel mio cuore”, le parole di Vittoria Biancardi.