Vai al contenuto

Eurolega, che notte per la Virtus: battuto 80-75 il Barcellona

Eurolega, che notte per la Virtus: battuto 80-75 il Barcellona

La Virtus Bologna ha regalato ai propri tifosi un’altra notte da sogno in Eurolega. Battuto 80-75 il Barcellona alla Segafredo Arena. I canestri decisivi di Lundberg e Hackett trascinano la squadra allenata da Banchi al terzo posto in classifica. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Mercato Milan: vicino Miranda, arriva Popovic

Leggi anche: Thuram: “Ho capito subito che l’Inter era la scelta migliore per me”

Luca Banchi
Luca Banchi durante Bayern Monaco-Bamberg. (Photo by Tobias Hase/picture alliance via Getty Images)

Una vittoria magica, quella conquistata dalla Virtus Bologna in una notte entusiasmante di Eurolega. Alla Segafredo Arena gli uomini di Banchi hanno sconfitto 80-75 il Barcellona, nel match valido per il dodicesimo turno del torneo.

Nonostante le assenze di Polonara e Pajola, gli emiliani sono riusciti a rimontare uno svantaggio di 12 punti. Decisivi i canestri decisivi nella ripresa di Lundberg (21 punti) e Hackett (14 punti e 6 assist). Con questa vittoria la Virtus consolida il terzo posto in classifica in solitaria dietro al Real Madrid e proprio ai blaugrana.

Virtus Bologna-Barcellona, il tabellino

Virtus Segafredo Bologna – FC Barcelona: 80 – 75

(Q1 18 – 24; Q2 33 – 45; Q3 56 – 61)

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 10, Lundberg 21, Belinelli 8, Smith, Dobric 2, Mascolo 2, Cacok, Shengelia 14, Hackett 14, Mickey 8, Dunston 1, Abass. Coach: Banchi

FC Barcelona: Da Silva 3, Pauli, Vesely 13, Brizuela 9, Kalinic 7, Satoransky 9, Hernangomez 15, Laprovittola 9, Abrines 6, Parker 4, Nnaji ne, Jokubaitis. Coach: Grimau

Le parole di Banchi

Intervenuto nel post-partita, il coach della Virtus Bologna Banchi ha così commentato la vittoria:

Partita dura, il Barcellona è arrivato qui per imporre la sua fisicità e il suo talento. All’inizio non abbiamo risposto bene, siamo stati caotici e frenetici, nel secondo tempo siamo stati una versione migliore di noi stessi. Partendo dalla difesa, siamo cresciuti anche in attacco. Abbiamo avuto energia positiva da tutti, cito Lundberg che si è preso tante responsabilità nel secondo tempo. E’ importante vincere una partita così, è qualcosa di cui avevamo davvero bisogno, per far vedere che questo è il modo in cui possiamo competere in un torneo difficilissimo come questo“.

Argomenti