x

x

Vai al contenuto

Cultura in lutto, addio a un grandissimo che ha fatto sognare milioni di bambini

Cultura in lutto, addio a un grandissimo che ha fatto sognare milioni di bambini

Il mondo della cultura in luto: si è spento all’età di 68 anni uno dei fumettisti più famosi e apprezzati al mondo. L’annuncio della sua morte ha provocato un grandissimo dolore. Il fumettista ha fatto sognare intere generazioni. I suoi manga sono divenuti famosi in tutto il mondo. Per questo motivo, la sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile. (Continua…)

Leggi anche: Musica in lutto, morta a 31 anni la cantante malata di tumore

Leggi anche: Cinema italiano in lutto: addio per sempre ad uno dei volti più amati

Cultura in lutto

Grave lutto nel mondo della cultura: se n’è andato uno dei fumettisti più famosi di sempre. Era una vera e propria leggenda nel suo paese, ma grazie ai suoi fumetti aveva acquisito fama in tutto il mondo. Si è spento all’età di 68 anni a causa di un’ematoma subdurale, che ha portato ad un rapido peggioramento delle sue condizioni di salute. L’annuncio della sua morte ha provocato un enorme sentimento di dolore e di tristezza. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile. Sarà difficile sostituirlo sia come uomo che come artista e professionista. (Continua…)

Leggi anche: Cinema italiano in lutto, se ne va un pezzo di storia

Leggi anche: Grave lutto per la la soap “Un posto al sole”: “Una grande perdita”

Morto Akira Toriyama

È morto il leggendario Akira Toriyama. Aveva 68 anni e si è spento a causa di un’ematoma subdurale. L’annuncio della sua morte ha destabilizzato il mondo intero. Toritama, grazie ai suoi fumetti, era famoso in tutto il mondo. Sul sito dell’editore Shueisha si apprende che Toriyama “aveva ancora diverse opere in fase di produzione con il solito grande entusiasmo”. Purtroppo la malattia ha aggravato in poco tempo le sue condizioni di salute, portandolo alla morte. (Continua…)

Chi era

Akira Toriyama è uno dei fumettisti più famosi al mondo. È divenuto celebre per aver realizzato i manga “Dragon Ball” e “Dr. Slump”, quest’ultimo vincitore nel 1981 del Premio Shōgakukan per il miglior manga shōnen. È stato inoltre il character designer di molti celebri videogiochi, tra cui “Dragon Quest”, “Chrono Trigger”, “Blue Dragon”, “Dragon Ball Legends” e “Dragon Ball Z: Kakarot”. È considerato uno degli artisti che hanno cambiato la storia dei manga, in quanto i suoi lavori hanno influenzato notevolmente le generazioni successive di mangaka. Prima di morire ha ottenuto il Grand Prix alla carriera.