Vai al contenuto

Il calendario del tennis: sarà un gran 2020. Le Olimpiadi di Tokyo, un altro anno di Federer e Sinner tra i grandi

Il calendario del tennis: sarà un gran 2020. Le Olimpiadi di Tokyo, un altro anno di Federer e Sinner tra i grandi

L’off-season terminerà ufficialmente il 3 gennaio con la nuova ATP Cup. Qualcuno però guardando il calendario già parla di un 2020 bellissimo per il tennis internazionale. Alcuni dati per l’anno che verrà: le Olimpiadi di Tokyo, la prima stagione piena da presidente ATP per Andrea Gaudenzi, Roger Federer che sposta ancora più in là il momento del ritiro e il montepremi complessivo del circuito maschile che cresce del 13 per cento rispetto al 2019.

Sul fronte femminile invece, gennaio si aprirà con Ashleigh Barty al numero 1 e con la scommessa della numero 14, l’americana Sofia Kenin che ha scalato il ranking di ben 40 posizioni in una stagione. Resta da vedere infine come saranno i 12 mesi delle azzurre Jasmine Paolini e Camila Giorgi, le più alte nel ranking. Ossia se per loro la top 100 sarà un limite da scalare ulteriormente o da accettare. Ecco quindi gli eventi principali assolutamente da non perdere.

IL CALENDARIO 2020 DEL TENNIS

3 gennaio: ATP Cup

Si inizia l’anno con il nuovo torneo maschile a squadre. 24 team da tutto il mondo giocheranno tra Brisbane, Perth e Sydney prima di affrontare il Grande Slam di Melbourne. Non ci sarà la Svizzera orfana di Roger Federer e Stan Wawrinka né tanto meno Matteo Berrettini, la cui assenza nel team italiano è dettata da un problema agli addominali; il suo posto sarà invece di Alessandro Giannessi. In forse Fabio Fognini diventato papà da poco. Il resto del team azzurro è composto da Stefano Travaglia e Paolo Lorenzi. Rafael Nadal prenderà parte al team spagnolo prima di giocare gli Open d’Australia a fine mese.

12 gennaio: Adelaide International

Un evento combinato, quindi con presenza sia di giocatori maschili che femminili, debutta per la prima volta nella città australiana. Ci saranno Novak Djokovic che, nella capitale dell’Australia meridionale non gioca dal 2007, insieme a Simona Halep, Ashleigh Barty e Venus Williams (quest’ultima accede con una wild card). Presenza anche di giovanissimi che proveranno a insidiare plastic man in assenza di avversari più d’esperienza: sono Alex de Minaur e Felix Auger-Aliassime, ufficialmente nella entry list del torneo.

20 gennaio: Australian Open

Primo Slam di stagione. L’Italia cala gli assi con Berrettini alla sua prima prova nel 2020 insieme alla presenza di altri sette giocatori azzurri. Come non citare però l’esordio assoluto nel torneo di Jannik Sinner e la presenza di Fabio Fognini, Matteo Cecchinato e Andreas Seppi. Ci sarà anche Roger Federer tra i big three. Per le italiane, Jasmine Paolini che debutta sui campi di Melbourne Park nel main draw e Camila Giorgi.

8 febbraio: ABN AMRO World Tennis Tournament

Secondo torneo dell’anno in Europa dopo l’Open di Montpellier. Si fa tappa a Rotterdam. Un torneo appartenente solo al circuito ATP dove l’anno scorso ha trionfato Gael Monfils. In passato hanno alzato il trofeo giocatori storici come Arthur Ashe e Jimmy Connors. Vedremo inoltre per la prima volta in carriera giocare il nostro Fabio Fognini sui campi della Rotterdam Ahoy Arena.

17 febbraio: Dubai Duty Free Tennis Championship

Un torneo categoria ATP 500 per gli uomini e categoria Premier 5 per le donne. Gli Emirati Arabi sono la sede dove giocatori e giocatrici giocano fianco a fianco ma anche il luogo dove Federer ha dominato con le sue 8 volte campione in carriera. Con Dubai, King Roger ha un rapporto particolare perché è qui che si allena durante la off season ed è qui che passa le vacanze natalizie dal 2014. Anche il circuito femminile ama il Duty Free Tennis Stadium dato che la competizione ha vinto il premio della giocatrici come miglior posto dove giocare un Premier 5 del 2019.

9 marzo: Indian Wells

Torneo americano sia maschile che femminile – rispettivamente un ATP 1000 e un Premier – giocato sul cemento a Indian Wells, California. Qui Novak Djokovic ha vinto ininterrottamente dal 2014 al 2016. Quest’anno Roger Federer probabilmente prenderà parte al torneo insieme a Rafael Nadal, al serbo e all’attuale numero 4 Dominic Thiem.

11 aprile: Montecarlo Rolex Masters

Da metà mese il calendario ATP si gioca in Europa dopo aver fatto tappa a Marrakesh e Houston in Texas. Il Montecarlo Masters è un torneo che assegna 1000 punti e che si svolge a Roccabruna in Francia, appena pochi chilometri dal Principato di Monaco. L’anno scorso Fabio Fognini ha vinto il titolo sconfiggendo il serbo Dušan Lajović.

13 aprile: Fed Cup a Budapest

Dopo aver cambiato il formato della Coppa Davis è rivoluzione anche per il torneo a squadre femminile. Dal 2020 cambia sede passando alla Lazlo Papp Sports Arena di Budapest e anche la superficie: terra battuta. Non siamo all’interno dei circuito WTA ma dell’ITF, International Tennis Federation e saranno 12 le squadre qualificate che accederanno alla fase finale. Le azzurre capitanate da Tathiana Garbin disputeranno la fase di accesso ai play-off a Tallinn, capitale dell’Estonia nella settimana dal 3 al 9 febbraio.

4 maggio: Internazionali BNL Italia

Roma capitale del tennis per un torneo combinato dove si aspettano grandi campioni sia maschili che femminili. Si comincia con le qualificazioni il 4 maggio per poi entrare nel vivo qualche giorno più tardi. Probabile la presenza di Nadal che sulla terra rossa rimane imbattibile mentre meno certa appare quella di Federer che potrebbe giocare sul rosso solo a Parigi. Sicura, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto o altri incidenti, la partecipazione di Jannik Sinner.

18 maggio: Roland Garros

Cornice, anzi sarebbe meglio dire tetto, rinnovata per il Grande Slam di maggio a Parigi. Il campo centrale in terra rossa Philippe-Chatrier esordirà ricoperto dal tanto atteso tetto retrattile in grado di coprire il terreno da pioggia e agenti atmosferici avversi. Il defending champion del 2019 è Nadal e il torneo parigino è il secondo Slam dell’anno prima di Wimbledon e US Open.

29 giugno: Wimbledon

Altro torneo storico del Grande Slam in versione combinata al quale di solito presenziano tutti i grandi campioni. Sarà il fascino dell’erba dell’unico Slam giocato su questa superficie o l’eco di un tennis antico fatto di bianco e raffinatezza, fatto sta che nessuno si vuole perdere la tappa londinese. È ancora presto per capire chi ci sarà tra i big ma sicuramente sappiamo che i giocatori faranno di tutto per esserci.

18 luglio: Palermo Ladies Open

Un torneo solo femminile di singolare e doppio che dal 2019 è tornato in Sicilia dopo essere stato giocato per un triennio in Malesia. Una competizione che ha visto vincere molto tennis azzurro con Sara Errani, Roberta Vinci e Flavia Pennetta. L’edizione del 2019 è stata vinta dalla svizzera Jil Teichmann.

25 luglio: Giochi olimpici di Tokyo

La grande manifestazione internazionale sarà gestita dalla IFT e il tennis occuperà la fascia di giorni che vanno dal 25 luglio al 2 agosto. Si vedrà giocare il singolare maschile, quello femminile, il doppio e il doppio misto. Nel singolare maschile, 54 dei 64 posti disponibili saranno assegnati in base al ranking a partire dall’8 giugno 2020. Il resto tramite qualificazioni divise per zone geografiche. Tra i medagliati del tennis olimpico c’è Andy Murray, campione a Londra 2012 e a Rio De Janeiro nel 2016. Il britannico sogna il terzo oro e ha più volte dichiarato che vorrebbe esserci ma bisognerà vedere come andranno i suoi primi sei mesi di gioco. Federer ci sarà dopo il forfait in Brasile del 2016 insieme a Nadal e Djokovic.

31 agosto: US Open

Ultimo Slam di stagione prima dello swing asiatico che porta buona parte dei giocatori in Asia e poi a chiudere l’anno con le Nitto Finals di Londra. Per questo è sempre un torneo molto atteso. L’anno passato è stato vinto da Rafael Nadal che insieme a Roger Federer condivide il record di vittorie da parte di un giocatore europeo dopo la lunga sequela di titoli guadagnati da parte dei giocatori americani.

22 settembre: China Open

Il torneo su cemento e all’aperto che apre l’asian swing si svolge a Pechino presso il National Tennis Center. Si è tenuto per la prima volta nel 2004 e l’anno scorso a vincere il torneo è stato l’austriaco Dominic Thiem.

25 settembre: Laver Cup

Competizione a squadre che ha esordito nel 2017 e che vede scontarsi un team europeo contro uno composto dal resto del mondo: il team Europe contro il team World. Dura solamente tre giorni e in passato è stato guidato dal fronte europeo da giocatori come Federer, Djokovic e Nadal. Nell’edizione 2018 ha dominato il team Europe con Zverev, Fognini, Nadal, Federer, Tsitsipas, Agut e Thiem. Nel 2020 la competizione si terrà per la prima volta a Boston e Boris Becker e John McEnroe sono stati confermati come capitani delle due squadre.

11 ottobre: Rolex Shanghai Masters

Seconda tappa cinese per una competizione Masters che fa guadagnare fino a 1000 punti ATP. Si tratta di un torneo molto amato dai giocatori dato che nel 2019 ha vinto il premio di miglior Masters 1000 dell’anno. Si tiene sul cemento e all’aperto ospitato dal Qizhong Tennis Center di Shanghai.

31 ottobre: Rolex Paris Masters

Ultimo 1000 di stagione, in tutto sono nove, con base a Parigi presso lo stadio l’AccorHotels Arena attira sempre i giocatori più prestigiosi del circuito maschile. L’anno scorso ha visto trionfare Novak Djokovic, ma in generale è un torneo molto atteso anche per la mole di punti che può assegnare prima della fine della stagione e delle elitarie Finals dove invece accedono solo i top della classifica.

2 novembre: WTA Finals

Al contrario delle Finals maschili che si tengono a Londra, quelle femminili si giocano a Shenzen in Cina. Il meccanismo di accesso è identico a quello maschile: sia nel singolare sia nel doppio entrano nel main draw i primi otto classificati e le prime otto coppie. Ashleigh Barty si è giudicata il titolo singolare nel 2019, mentre Tímea Babos e Kristina Mladenovic quello del doppio.

15 novembre: Nitto APT Finals

Gli otto migliori giocatori del singolare e del doppio si affrontano all’interno della 02 Arena di Londra anche nel 2020. Dal 2009 il torneo si tiene nella capitale inglese. Dal 2021 l’evento sarà spostato a Torino presso il Pala Alpitour dopo 12 anni di residenza britannica. Defending champion del 2019 sarà il greco Stefanos Tsitsipas.