x

x

Vai al contenuto

Bambina morta dimenticata in auto: il padre rompe il silenzio

Bambina morta dimenticata in auto: il padre rompe il silenzio

Bambina morta dimenticata in auto: il padre rompe il silenzio – La piccola Stella, di soli 14 mesi, è morta nella giornata di ieri, mercoledì 7 giugno, in una Renault rossa alla Cecchignola. Secondo quanto riportato dai principali media, la bimba sarebbe rimasta nell’auto per circa sette ore. Stando alle prime ricostruzioni la bimba doveva andare all’asilo di via dei Fucileri a Roma, ma il padre l’avrebbe dimenticata. L’uomo, un carabiniere in servizio, avrebbe parcheggiato l’auto intorno alle otto, poi dopo aver chiuso i finestrini sarebbe andato a lavorare come era solito fare tutte le mattine, probabilmente convinto di aver portato la figlioletta all’asilo Sorella Maria Cristina Luinetti, un nido aziendale del Ministero della Difesa. La madre intorno alle 15 si è presentata lì però e le hanno rivelato che la piccola non aveva mai fatto ingresso a scuola. Ed è stata proprio la donna a fare l’orrenda scoperta: si è recata davanti all’auto del marito e ha trovato la bimba esanime. Un militare di passaggio ha sfondato il vetro, ma era troppo tardi. Le indagini sono affidate al pubblico ministero Paolo Ielo. Il padre della vittima è indagato per abbandono di minore. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Alessandro Impagnatiello: l’inquietante profezia su di lui

Leggi anche: Giulia Tramontano, è bufera su Chi l’ha Visto: il gesto per gli italiani è imperdonabile

Bambina morta dimenticata in auto: il padre rompe il silenzio

Intanto la magistratura ha disposto il sequestro della Renault elettrica acquistata nel febbraio 2023 e del passeggino in cui si trovava la bimba. L’uomo ha altri due figli, avuti da una precedente relazione. Gli inquirenti vogliono capire se sull’auto era installato il dispositivo anti-abbandono. «La Stampa» riferisce che quest’ultimo che non avrebbe suonato. Forse perché “l’ovetto” non era in regola. Secondo quanto scrive «Repubblica» invece il dispositivo non era installato nell’auto. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Alessandro Impagnatiello, la notizia da brividi sul figlio Thiago

Leggi anche: Giulia Tramontano, la richiesta della procura dopo la scoperta su Alessandro Impagnatiello

“Non so cosa sia successo”, le parole choc del papà della piccola Stella

“Non so cosa sia successo, ero convinto di aver lasciato Stella all’asilo, tanto che in mattinata ci eravamo sentiti con mia moglie per decidere chi la andava a prendere”. Queste le poche parole del padre della piccola Stella, ancora sotto shock e devastato dal dolore. Il papà della bimba di 14 mesi trovata morta in auto è stato interrogato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, che lo ha ascoltato a poche ore di distanza dalla tragedia avvenuta di fronte all’asilo di via dei Fucilieri. (continua a leggere dopo le foto)

Bambina morta dimenticata in auto: la dinamica

Come dicevamo, l’auto era parcheggiata all’interno della cittadella militare della Cecchignola, di fronte alla Direzione generale per il personale militare, dove lavora il padre, e nei pressi di un asilo. Quando la mamma è andata a prendere la piccola all’asilo, le hanno detto che non era presente in classe. A quel punto la donna avrebbe fatto la tragica scoperta nel parcheggio in cui era in sosta la vettura del marito. Le urla della donna hanno richiamato l’attenzione di un passante, che ha rotto il finestrino per cercare di aiutarla. Il personale del 118 ha cercato di rianimare la bambina, ma era troppo tardi. Non c’è stato nulla da fare.