x

x

Vai al contenuto

Strage di Cadore, l’annuncio del Pm su Angelika Hutter: perché ha investito e ucciso una famiglia

Strage di Cadore, l’annuncio del Pm su Angelika Hutter: perché ha investito e ucciso una famiglia

È stata arrestata la 32enne tedesca, Angelika Hutter, che domenica 9 luglio 2023, ha investito e ucciso 3 persone. Si trattava di 3 dei 5 componenti di una famiglia veneta in vacanza. Il capo della Procura di Belluno, Paolo Luca, ha spiegato le ipotesi degli inquirenti sul motivo che avrebbe spinto Angelika a investire la famiglia. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Bimbo di 2 anni scompare nel nulla mentre giocava nel giardino dei nonni: cos’è successo

Leggi anche: Temptation Island, non era mai successo prima d’ora: Filippo Bisciglia resta a bocca aperta

Angelika Hutter, cosa che ha causato l’incidente: il motivo secondo i Pm

“Quella di un gesto volontario è una ipotesi da consegnare alle astrazioni: più probabile uno stato d’ira che non sappiamo da cosa dipenda”, ha fatto sapere Paolo Luca. Questa sarebbe al momento l’ipotesi al vaglio degli inquirenti a proposito dell’incidente di Santo Stefano di Cadore, riporta Il mattino. Sembra che Angelika sia “una persona che non ha capacità di contenimento dell’ira”. Dalle prime ricostruzioni sembra che la 32enne non stesse usando il cellulare al momento dell’impatto. La Hutter tedesca, ha aggiunto il capo della Procura, era stata vista poco prima gettare in aria una bottiglia appena riempita in una fontana, e partire con una pericolosa inversione ad U, che l’aveva portata a sfiorare un’auto che usciva da una laterale. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Strage di Cadore, si mette male per l’avvocato di Angelika Hutter: cos’è successo

Leggi anche: Tv in lutto, il dolore è devastante: addio per sempre alla star di Beautiful

Il profilo di Angelika Hutter

Angelika Hutter da settimane viaggiava per i paesi di montagna con un’Audi A3, sua auto e sua dimora, a quanto risulta. Il giorno prima dell’incidente, è stata denunciata perché ha litigato con un venditori e i carabinieri hanno scoperto che teneva un martello nello zaino. Nessuna lacrima versata per quanto successo a Cadore, la donna ha ammesso di sentirsi in un baratro. Angelika ha ammesso era in Italia “per farsi un giro” e di aver perso il controllo dell’auto finendo sul gruppo di turisti veneziani che camminava sul marciapiede. I primi accertamenti dicono che la donna viaggiava a una velocità di “almeno 70 km/h”.