Vai al contenuto

Addio al celibato finisce malissimo: intervengono i carabinieri

Addio al celibato finisce malissimo: intervengono i carabinieri

Un addio al celibato che doveva essere divertente si è trasformato in un incubo, che poteva finire in tragedia. È successo a Trofarello, nella cintura di Torino. I vicini di casa hanno subito dato l’allarme quando hanno visto cosa stava succedendo. 9 persone sono state denunciate per l’accaduto. Cos’è successo? (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Kata, la notizia choc: il terribile sospetto all’intero dell’hotel

Leggi anche: Incidente a Casal Palocco, le parole del parroco: come sta la madre di Manuel

addio celibato carabinieri 683x1024

Addio al celibato finisce malissimo

Nove persone, con il casco e il passamontagna calato sul viso e fucili in pugno, hanno portato via di forza un uomo dalla propria abitazione e l’hanno rinchiuso, legato e imbavagliato, in un furgone. Un anziano ha avuto un malore quando ha visto la scena e i vicini di casa hanno subito dato l’allarme chiamando i carabinieri. In realtà si trattava di un finto rapimento organizzato per un addio al celibato. Le forze dell’ordine si sono recate sul luogo indicato: è finita malissimo. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Scontrino choc per due bottiglie d’acqua: quanto hanno pagato

Leggi anche: Kata scomparsa: la notizia da brividi in diretta tv

addio celibato 683x1024

L’intervento dei carabinieri: scattano le denunce

I carabinieri, dopo aver ricostruito la vicenda e rintracciato i responsabili grazie alle targhe dei veicoli, hanno denunciato i 9 (tutti tra i 23 e i 31 anni) per procurato allarme e sequestrato armi da soft air senza tappa rosso, caricatori, passamontagna, caschi neri e indumenti militari che richiamano organizzazioni islamiche, fa sapere Torino Today. Il furgone è stato rintracciato sotto la casa di uno degli amici del futuro sposo. All’interno, i militari vi hano trovato il ragazzo legato e imbavagliato che ancora non aveva capito che si trattava di uno scherzo.