Vai al contenuto

Sanremo, Amadeus sbotta e perde il controllo sul caso di John Travolta

Sanremo, Amadeus sbotta e perde il controllo sul caso di John Travolta

Gossip. Sanremo, Amadeus perde il controllo durante l’ultima conferenza stampa in seguito alle polemiche che riguardano il caso di John Travolta. Scopriamo che cosa è successo. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: “Grande Fratello”, i concorrenti fuori dalla casa: cosa sta succedendo

Leggi anche: L’Eredità, bufera sul campione Giuseppe: italiani al veleno contro di lui

sanremo

Sanremo, la conferenza stampa di presentazione della terza puntata

Oggi si è tenuta, come di consuetudine, la conferenza stampa per la presentazione della terza puntata del Festival di Sanremo. Da qualche ora Amadeus, e il Festival, sono al centro dell’attenzione per quello che sembrerebbe essere diventato “il caso di John Travolta”. Ad un certo punto della conferenza stampa, i giornalisti sono inevitabilmente arrivati a toccare l’argomento che riguarda la partecipazione di John Travolta e il presunto inserimento del suo sponsor. Sul web c’è chi ha parlato addirittura di “pubblicità occulta”. Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo, ha risposto ad alcune domande che gli sono state poste dai giornalisti presenti in sala, ed ha dichiarato ad un inviato di “Fanpage”: “Don’t worry, be happy è il claim delle scarpe? Ma l’ho detto senza pensarci. Se era in copione? Il copione me lo scrivo io con gli autori e lo cambio all’occorrenza ma non c’era nel copione”. (Continua a leggere dopo la foto)

sanremo

Amadeus perde le staffe

Durante la conferenza stampa dedicata alla presentazione della terza puntata del Festival di Sanremo, Amadeus ha perso le staffe in merito al “caso di John Travolta”. Il conduttore e direttore artistico del festival, ha voluto chiarire immediatamente la sua posizione ed ha smentito qualsiasi possibilità che ci fosse un copione scritto che gli permettesse di richiamare l’attenzione sul marchio di scarpe indossate dall’attore. “Il copione me lo scrivo io con gli autori e sono delle parole che mettiamo perché io possa ricordarmi di cose che ho pensato. Il “Don’t worry, be happy” non c’è nel copione. Non sono fedele al mio copione, a volte non lo leggo, ci passo avanti, aggiungo delle parole se sono in anticipo, le tolgo se sto in ritardo. Per me “don’t worry, be happy” è non preccouparti e sii felice. Non potevo immaginare che fosse il claim delle scarpe”. Amadeus ha perso le staffe quando si è continuato a parlare di John Travolta e della possibilità di un copione prescritto: “Mi sembra più un ‘Sta andando tutto bene, dove possiamo andare a trovare una stro*** per fare polemica?’. È venuto a rimborso spese, ci ha ripensato all’ultimo, non ha preso 400mila euro. Non è colpa mia che gliel’ho proposta, lui all’inizio aveva accettato. Poi in quel momento non l’ha sentita sua. Pensiamo ad Allevi al cast di Mare Fuori…Travolta non si è divertito come pensavamo facesse. Non è successo nulla di grave. Per fortuna c’era Fiorello che ha avuto la genialità di trasformarla in una cosa simpatica anche dopo. Stiamo creando un caso dove il caso non c’è”. (Continua a leggere dopo la foto)

sanremo

Il caso della clip video rimossa da RaiPlay

Sanremo, tra i temi trattati durante la conferenza stampa, si è parlato anche della rimozione da RaiPlay della cilp video di John Travolta. In merito è stato dichiarato che: “C’è una limitazione di diritti. Erano vincolati e quindi non sono a disposizione le clip. Ha firmato un contratto con una serie di vincoli sui diritti, sulla base degli accordi contrattuali. Non c’è stato alcun accordo di carattere commerciale con Travolta o società che lo rappresentano. C’è stato solo un accordo editoriale. Sul tema scarpe non c’era accordo di nessun tipo. Il compenso è un rimborso spese basso, altro non c’è da parte di Rai”. Amadeus ha voluto concludere spendendo le ultime parole sull’attore e su ciò che è accaduto durante la diretta di ieri sera, mercoledì 7 febbraio 2024: Io mi sono divertito ma questo è un pensiero personale. Molti lo hanno condiviso, è diventato una sorta di grande meme. John Travolta era stato avvisato di tutto, nessun tranello. Non è stato costretto a fare nulla. Tutto quello che è accaduto sul palco lo aveva condiviso. Forse gli avevamo detto che il cappellino era giallo e invece era arancione. Nient’altro. Poi se Travolta cambia idea o non gradisce il cappellino fa parte di una gag che pensavamo accettasse con serenità e che poi non ha più gradito. Pensavamo potesse funzionare 10 e che poi ha funzionato 8 per l’espressione di John Travolta. Ma ripeto, nessun tranello, sapeva tutto”.

Argomenti