x

x

Vai al contenuto

Strage di Erba, Rosa e Olindo tornano in aula: cosa sta succedendo

Strage di Erba, Rosa e Olindo tornano in aula: cosa sta succedendo

Da diversi giorni il Palazzo di Giustizia di Brescia si stava preparando per il processo di revisione del caso della strage di Erba per cui sono stati condannati Olindo Romani e Rosa Bazzi. Ecco come si svolgerà l’udienza prevista per oggi, Venerdì 1 Marzo 2024.

Leggi anche: Tragico scontro tra due autobus: il bilancio è pesantissimo

Leggi anche: “Grande Fratello”, Perla Vatiero parla in codice e intervengono gli autori: scoppia il caso sui social

Difesa Olindo e Rosa

Si apre un nuovo scenario per Olindo e Rosa, condannati per la strage di Erba

Olindo Romano e Rosa Bazzi saranno nuovamente presenti nelle aule di giustizia nella giornata di oggi, a distanza di 17 anni dalla strage di cui, secondo la giustizia italiana, sono stati esecutori. Una delle parti civili aveva infatti richiesto una revisione del processo per la strage di Erba che li ha visti condannati all’ergastolo e ora il verdetto non appare più così solido. Alla notizia, Rosa Bazzi si era detta molto contenta e speranzosa per l’istanza. La nuova udienza potrebbe condurre a diversi esiti e ora ci si interroga su quali siano gli scenari possibili. L’udienza che avverrà nell’aula della Corte d’Appello di Brescia, potrebbe portare anche ad una decisione definitiva di rigetto dell’istanza di revisione, ma l’ipotesi sembra remota. L’udienza è già oggetto di una eco mediatica fortissima e in molti interessati stanno cercando di accaparrarsi un posto al Palazzo di Giustizia. I funzionarsi starebbero infatti gestendo decine di richieste di assistere al processo di revisione da parte dei rappresentanti dei media. Coloro che vorranno assistere dovranno presentare un accredito all’ingresso e saranno distribuiti tra tre aule diverse con un maxi schermo. L’udienza avrà inizio con l’esposizione della relazione di uno dei giudici del collegio formato dal presidente Antonio Minervini insieme a Ilaria Sanesi e Marcello Mainardi. Il documento contiene un riassunto dei passaggi processuali, ma non necessariamente verrà letto. La relazione potrebbe infatti essere soltanto depositata. (Continua dopo la foto…)

Leggi anche: Terremoto in Italia poco fa: la zona colpita

Rosa Bazzi e Olindo Romano

Olindo e Rosa di nuovo in aula: cosa potrebbe succedere

Dopo l’apertura del collegio dei giudici sarà il turno della Procura Generale di Brescia rappresentata dal procuratore generale Guido Rispoli affiancato dall’Avvocato Generale dello Stato Domenico Chiaro che per sei anni ha guidato la Procura di Lodi. La Procura Generale prenderà parola e depositeranno ai giudizi la loro relazione. A quel punto sarà il turno delle parti civili. L’unica parte civile presente in aula durante l’udienza è quella di Azouz Marzouk, assistito dall’avvocato Solange Marchignoli. L’uomo di origine marocchina era il marito e il padre di due delle vittime della strage di Erba. Tra le parti civili, Azouz Marzouk è l’unico a dubitare della sentenza di condanna ricaduta su Olindo e Rosa. Di tutt’altro avviso sono i fratelli Castagna, figli e fratelli delle vittime,  «la verità è già scritta. Non ne troveranno mai un’altra» . Alla fine dell’udienza, la difesa potrà intervenire. Fabio Schembri, Luisa Bordeaux, Nico D’Ascola e Patrizia Morello sono i quattro legali incaricati della difesa di Olindo e Rosa i quali presenzieranno in aula.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva