Vai al contenuto

Pioli: “Non ci riusciamo, gestiamo palla all’indietro”

Pioli: “Non ci riusciamo, gestiamo palla all’indietro”

Stefano Pioli critica il gioco del Milan contro la Salernitana. Il tecnico ha analizzato obiettivamente gli errori della squadra in alcune fasi del gioco nella trasferta di Salerno.

Pioli sempre più in bilico

Molte ombre sul futuro di Stefano Pioli. Il tecnico anche oggi ha lasciato per strada due punti, rischiando addirittura la sconfitta all’Arechi contro una Salernitana in crisi. Il Milan fatica a fare gioco e non riesce a ingranare anche dal punto di vista dei risultati. Il primo posto si allontana e l’eliminazione dalla Champions League non giova sicuramente alla posizione del mister milanista. La società farà delle valutazioni nei prossimi giorni, magari dando un ultimatum a Pioli già a partire dalle prossime due gare contro il Sassuolo in Serie A e contro il Cagliari agli ottavi di finale di Coppa Italia. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Gudmundsson trascina il Genoa: cade il Sassuolo 1-2

Leggi anche: Riscossa Lazio: Guendozi e Zaccagni decisivi contro l’Empoli

Pioli dalla panchina
Stefano Pioli contesta la decisione dell’arbitro a San Siro (Photo by Claudio Villa/AC Milan via Getty Images)

Le parole del mister rossonero

Controllare la partita non vuol dire gestire palla all’indietro, controllare la partita vuol dire lasciare poco pallone agli avversari e continuare ad essere pericoloso. Ci sono state 3-4 situazioni nel primo tempo in cui loro hanno provato a venire un po’ più alti, c’era quindi la profondità da sfruttare diversamente. Purtroppo non ci riusciamo, questo è un limite importante” ha detto Pioli davanti ai giornalisti. Il mister ha anche accennato alle difficoltà del Milan nel gestire gli infortuni: lo stop di Tomori, l’ennesimo della stagione (ancora una volta in difesa) potrebbe condizionare fortemente il reparto arretrato nelle prossime gare. rilanciando le ambizioni del giovane Simic. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Florenzi sconfortato
Florenzi deluso al termine della gara pareggiata dal Milan contro il Lecce per 2-2 (Getty Images)

L’analisi di Inzaghi

Se ti difendi col Milan non hai speranze perché con la forza che hanno non puoi tenere. Dobbiamo cercare di ribattere colpo su colpo, il nostro parco attaccanti è importante. Dobbiamo preparare queste partite per poi giocare nel girone di ritorno le sfide decisive con le squadre alla nostra portata con spirito offensivo e sfruttando gli attaccanti. Quello che faremo contro le nostre dirette concorrenti mi sembra giusto riproporlo anche contro grandi avversari perché solo così potremo acquisire quella fiducia che poi ci permetta di vincere le gare fondamentali” ha dichiarato un Pippo Inzaghi sorridente al termine della gara pareggiata con il Milan.

Leggi anche: Mourinho: “Ecco perché ho detto di voler restare”

Argomenti