Vai al contenuto

Mourinho tira le orecchie alla Roma: “Giocatori superficiali”

Mourinho tira le orecchie alla Roma: “Giocatori superficiali”

Pareggio che non soddisfa Mourinho

Mourinho infuriato a fine gara per via del gol subito da Bedia e per l’occasione sprecata dalla Roma dopo il vantaggio di Lukaku. Forti critiche verso i giocatori che solitamente giocano meno, a tal punto da chiamare in causa la superficialità e la mancanza di motivazioni per alcuni di loro. Elogi invece per Cristante e per Paredes, dei quali l’ex Inter ha sottolineato la professionalità e la capacità di concentrazione per tutti i novanta minuti di gioco. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Arsenal, Jorginho torna al gol su rigore dopo tre errori di fila con la Nazionale

Leggi anche: Allegri: “Monza ci ha battuto due volte, sarà dura”

Pallonetto di Cristante
Cristante prova un pallonetto dopo un’azione personale (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Strigliata alla squadra

Alla fine del primo tempo Mourinho si è arrabbiato con la squadra per la prestazione sottotono e non all’altezza della situazione. Il tecnico ha alzato la voce e ha sottolineato la superficialità del gruppo nell’affrontare questo tipo di partite europee. “Veramente non capisco, ho giocato 150 partite di Champions, che sono fra virgolette più importanti di queste, la mia motivazione è altissima. C’è gente che non ha una grande storia in Europa e che gioca queste gare in una maniera per me superficiale. C’è gente, invece, che sta sempre lì, concentrata per 90 minuti e non ho bisogno di dire i nomi, e poi c’è gente un po’ superficiale nell’interpretare queste partite” ha dichiarato il portoghese a fine gara. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Dybala tira la maglia
Paulo Dybala visibilmente deluso dopo l’occasione sprecata (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Bove spalleggia Mourinho

Anche il centrocampista Bove è apparso deluso dalla prestazione dei giallorossi e ha riaffermato il concetto espresso poco prima dal proprio allenatore. “Noi sappiamo quello che dobbiamo fare in campo e lavorare su quello che ci chiede il mister. Siamo un tipo di squadra che quando manca un po’ di intensità nell’atteggiamento può andare in difficoltà. Dobbiamo lavorare su questo. Quando siamo tutti uniti, siamo una grandissima squadra. Oggi volevamo vincere, non ci siamo riusciti ma siamo una grandissima squadra e ripartiremo da questo” ha sottolineato Bove dopo il pareggio contro il Servette.

Leggi anche: Inzaghi, l’Inter è tua: legame di ferro con lo spogliatoio nerazzurro

Leggi anche: Pioli e un Milan che non funziona: cosa potrebbe cambiare

Argomenti