x

x

Vai al contenuto

Missile russo sui cieli dell’Europa: l’annuncio choc

Missile russo sui cieli dell’Europa: l’annuncio choc

Secondo l’esercito polacco uno dei missili da crociera lanciati dalla Russia con obbiettivi situati nell’ovest dell’Ucraina, ha violato brevemente lo spazio aereo della Polonia. Lo rendono noto le forze armate di Varsavia precisando che “l’oggetto è entrato nello spazio aereo della Polonia vicino alla città di Oserdow, vi è rimasto per 39 secondi e per tutto il tempo è stato seguito dai sistemi radar militari

Leggi anche: Tragedia in tangenziale, motociclista viene catapultato nella corsia opposta

Leggi anche: Orrore in Italia, cadavere di un uomo trovato per le strade di un centro storico: si indaga

Missile russo sui cieli dell’Europa

La Russia non si ferma e continua incessantemente ad attaccare l’Ucraina. Nella notte 14 bombardieri strategici Tu-95MS sono decollati dalla base di Olenya, nella penisola di Kola: lo ha reso noto l’Aeronautica militare, come riporta Ukrainska Pravda. L’allerta aerea è durata più di due ore e diversi gruppi di missili sono stati lanciati in direzione della regione di Leopoli, nell’Ucraina occidentale. Durante questo attacco uno dei missili è passato sopra i cieli dell’Europa invadendo, per un breve periodo, lo spazio aereo della Polonia. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Aereo precipita nel giardino di un’abitazione: ci sono morti

Aerei polacchi allertati

L’oggetto è entrato nello spazio polacco vicino alla città di Oserdow e vi è rimasto per 39 secondi – hanno riferito le forze armate di Varsavia sulla piattaforma social X- “Durante l’intero volo è stato osservato dai sistemi radar militari. Avvertiamo che sono stati attivati ​​aerei polacchi e alleati, il che potrebbe comportare un aumento del livello di rumore, soprattutto nella parte sud-orientale del paese. In precedenza, l’esercito aveva affermato che aerei polacchi e alleati erano stati attivati durante l’attacco per salvaguardare lo spazio aereo della Polonia. 

Incurante della rivendicazione dell’Isis, ribadita a distanza di 24 ore, Vladimir Putin agita lo spettro di una responsabilità di Kiev nella strage al Crocus City Hall di Mosca, avvertendo che chi “sta dietro a questo barbaro atto terroristico sarà punito“. Il Cremlino conferma l’arresto di 11 persone, tra cui quattro terroristi, responsabili della strage al teatro. Putin parla in tv alla nazione e avverte: “Identificheremo tutti coloro che sono dietro a questo atto terroristico e pagheranno per questo“. L’Isis rivendica nuovamente l’attentato e pubblica le foto degli assaltatori. Putin continua “Al confine ucraino è stata aperta “una finestra” per far passare i terroristi“. Kiev ribadisce: “Non c’entriamo con l’attacco“. Tusk: “Speriamo non sia il pretesto per una escalation“.