x

x

Vai al contenuto

Milinkovic-Savic e Pogba verso l’Arabia

Milinkovic-Savic e Pogba verso l’Arabia

Colpo di scena in casa Lazio: Sergej Milinkovic-Savic è ad un passo dalla cessione in Arabia dove l’Al-Hilal ha avanzato un’importante offerta per il cartellino del centrocampista serbo: 40 milioni di euro alla Lazio e ingaggio da 20 milioni l’anno per il giocatore. La trattativa, nata solo nelle ultime ore, potrebbe presto arrivare alla fumata bianca: la Lazio infatti ha già accettato l’offerta ma la palla ora passa al giocatore biancoceleste che dovrà decidere se iniziare una nuova avventura lontano dal calcio che conta o sceglierà, come diversi colleghi, di guadagnare cifre impareggiabili rispetto all’Europa.

Leggi anche: Il futuro di Milinkovic-Savic tra la Juventus e l’Arabia Saudita

Leggi anche: Pogba anticipa il ritorno a Torino: vuole riconquistare la Juve

Milinkovic-Savi alla Lazio guadagna 3,2 milioni di euro a stagione, una cifra lontana anni luce rispetto ai 20 milioni l’anno proposti dagli Emiri. Il contratto in scadenza nel 2024 e l’intenzione di Milinkovic-Savic di non prolungare ha obbligato la Lazio ha ad accettare l’unica vera offerta pervenuta per il proprio Campione da ben 40 milioni di euro, le trattative proseguono rapidissime e già nelle prossime ore la Serie A potrebbe vedere un altro proprio gioiello sbarcare in Arabia. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Milinkovic-Savic
Milinkovic-Savic in azione durante Inter-Lazio. (Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Super-offerta dell’Al-Ittihad per Pogba: 100 milioni

Milinkovic-Savic non sarà probabilmente l’ultimo giocatore “italiano” attratto dai petrol-dollari: nelle prossime ore potrebbe arrivare anche l’addio di Paul Pogba dalla Juventus. Ieri il centrocampista francese si è recato in Arabia dove ha visitato, tra le altre cose, anche il centro sportivo dell’Al-Ittihad (nuovo club di Benzema). Potrebbe essere proprio la squadra araba il prossimo club di Pogba che nelle scorse ora ha ricevuto una proposta triennale da 100 milioni di euro. Il centrocampista francese ha fatto ritorno in mattinata a Torino, ma la sua permanenza in Piemonte potrebbe essere ben più corta del previsto.