Vai al contenuto

Meteo, Mario Giuliacci rivela: cosa succederà a Marzo

Meteo, Mario Giuliacci rivela: cosa succederà a Marzo

Avvicinandoci alla metà di Febbraio, ci preme sapere quanto ancora durerà l’inverno e cosa ci aspetta dal meteo nelle prossime settimane. Nelle scorse settimane abbiamo avuto generalmente un clima piuttosto mite, ma a quanto dicono i meteorologi, dovremo aspettare ancora un po’ per la primavera. A quanto pare dalle previsioni degli esperti, nelle prossime ore assisteremo infatti ad un nuovo peggioramento delle condizioni climatiche. Le temperature di febbraio si abbasseranno e addirittura tornerà anche la neve in qualche zona. Non resta che riporre le speranze di un miglioramento per il mese di marzo. Ma vediamo meglio nel dettaglio quali sono le previsioni.

Leggi anche: Le cinque più belle wags della Serie A

Mario Giuliacci: le previsioni per la fine di Febbraio

L’inizio di Febbraio ci ha regalato una settimana piuttosto mite, ma si suppone che presto le cose potrebbero modificarsi in peggio. La domanda è se il cambiamento avrà un impatto sulle dinamiche atmosferiche stagionali posticipando l’inizio della primavera. Facciamo chiarezza. A questo proposito ci viene in aiuto il meteorologo Mario Giuliacci. : “Le condizioni atmosferiche attuali suggeriscono che potremmo assistere a un breve periodo invernale anche nel prossimo mese. L’inverno potrebbe quindi protrarsi nella‌ seconda metà di febbraio e per parte del mese di marzo, ma ciò non sarebbe affatto un’anomalia. Lo scenario può portare delle nevicate anche a bassa quota. Questo fenomeno ‌è dovuto alle irruzioni di aria fredda che possono raggiungere anche le zone pianeggianti, sebbene in maniera sempre più rara e discontinua”. Mario Giuliacci specifica quando ci sarà esattamente il picco di freddo: “Sabato 10 e domenica 11 febbraio ritorneranno pioggia e neve, prima sulle regioni settentrionali poi su tutto il resto dell’Italia. Le nevicate interesseranno solo le quote più alte. È possibile che per avere nuovamente il freddo occorrerà aspettare la settimana successiva”. Rimaniamo pronti ad affrontare questo ritorno del freddo. L’importante è non farsi trovare impreparati e, viste le previsioni, non escludere la possibilità di trovare gelo.

Leggi anche: Roma-Cagliari 4-0: prova di forza di De Rossi

Leggi anche: Sofia Goggia, come sta la campionessa di sci dopo l’operazione alla gamba

Precipitazioni, ecco cosa aspettarsi

Sul sito meteogiuliacci.it il colonnello Giuliacci ci fornisce qualche anticipazione sulla situazione delle precipitazioni. L’inverno in corso è stato caratterizzato da mesi abbastanza asciutti: “È importante sottolineare la possibilità che arrivino precipitazioni abbondanti nel prossimo mese. Purtroppo i modelli meteo a lunga gittata non sono concordi a dire ciò. È possibile un ritorno di alcune perturbazioni, ma non sarebbero sufficienti a reintegrare le falde idriche gravemente prosciugate in questi mesi”. Le piogge previste, dunque, non sembrano poter appianare al problemi causati dalla scarsità delle precipitazioni invernali. Questo desta preoccupazione in vista dell’estate. Il problema della siccità dei mesi estivi sembra essere inevitabile.

Leggi anche: Ecco come la Ferrari ha soffiato Hamilton alla Mercedes: il blitz segreto

Marzo, il freddo può tornare

Se non abbiamo dubbi che Febbraio ci riserva ancora giornate invernali, vediamo cosa accadrà nel mese successivo. Il freddo di fine mese potrebbe protrarsi e avere ripercussioni anche sul mese di Marzo. A livello atmosferico, le condizioni meteo sono simili all’anno 2005 nel quale ci fu un marzo insolitamente invernale. ‍In quel periodo, si ⁤verificarono dinamiche atmosferiche insolite e somiglianti a quelle di quest’anno. Le peculiarità climatiche di Marzo 2005 furono legate, oltre ad altri fattori, al Vortice Polare, che andò ⁢in crisi e ‍causò numerose irruzioni artiche. Non sappiamo se dobbiamo aspettarci una situazione analoga, ma resta comunque una possibilità. Possiamo dire che il mese di Marzo avrà una dose di imprevedibilità, ma che si prospetta essere piuttosto freddo del solito.

Leggi anche: Ecco come la Ferrari ha soffiato Hamilton alla Mercedes: il blitz segreto