x

x

Vai al contenuto

Mercato Milan, molti extracomunitari tra gli obiettivi: ma c’è la regola

Mercato Milan, molti extracomunitari tra gli obiettivi: ma c’è la regola

Il Milan segue diversi profili extracomunitari sul mercato, ma la regola della Figc limita le azioni rossonere e impone un tetto massimo da rispettare

Mercato Milan. Il Diavolo segue diversi profili extracomunitari sul mercato, ma la regola della Figc limita le azioni rossonere e impone un tetto massimo da rispettare. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Milan, ora si passa al piano B: Morata o Scamacca in attacco

Leggi anche: Il futuro di Lukaku tra Chelsea, Arabia Saudita, Milan e Inter: il punto

BERLIN, GERMANY – JUNE 03: Daichi Kamada of Eintracht Frankfurt looks on during the DFB Cup final match between RB Leipzig and Eintracht Frankfurt at Olympiastadion on June 03, 2023 in Berlin, Germany. (Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Mercato Milan: molti obiettivi extracomunitari

Il Milan sta monitorando diversi giocatori sul mercato durante questa finestra estiva con l’obiettivo di fornire a Pioli una rosa competitiva per l’inizio del campionato. Tuttavia, alcuni di questi giocatori condividono una caratteristica comune: sono extracomunitari. Nomi come Arda Guler (Turchia), Daichi Kamada (Giappone), Ruben Loftus-Cheek (Inghilterra) e Samuel Chukwueze (Nigeria) sono stati associati al Milan, ma non tutti potranno approdare nella squadra rossonera.

La regola della Fgc

Mercato Milan. La regola stabilita dalla FIGC impone che le squadre che nella scorsa stagione hanno avuto più di due giocatori extracomunitari tesserati dovranno adeguarsi alle nuove restrizioni nella prossima stagione. Sarà consentito tesserare al massimo due calciatori extracomunitari. Uno di loro potrà essere tesserato senza vincoli, mentre per tesserare il secondo calciatore extracomunitario sarà necessario cedere uno dei giocatori extracomunitari già presenti nella rosa, tramite una cessione all’estero o la scadenza del contratto, oppure che uno di essi acquisisca la cittadinanza europea.

Al termine della scorsa stagione, il Milan aveva quattro calciatori extracomunitari nella sua rosa. Nella prossima stagione, avrà la possibilità di tesserarne uno senza alcun vincolo. Tuttavia, per tesserare un secondo calciatore extracomunitario, sarà necessario cedere uno dei calciatori extracomunitari già presenti nella squadra a titolo definitivo all’estero. Tra i giocatori Vasquez, Tomori, Krunic, Messias o Lazetic, uno di loro dovrà essere ceduto per fare spazio alla nuova acquisizione.

È fondamentale sottolineare che, anche in caso di ulteriori cessioni, il limite massimo di due giocatori extracomunitari tesserabili per la prossima stagione rimarrà invariato. Pertanto, anche se si verificano ulteriori cessioni di calciatori extracomunitari, la squadra non potrà superare tale limite nelle nuove acquisizioni.

Questa regola mira a garantire un equilibrio nella composizione delle squadre, promuovendo l’impiego di giocatori comunitari e limitando il numero di calciatori extracomunitari nelle squadre.