x

x

Vai al contenuto

Luis Diaz in gol: la dedica al padre rapito

Luis Diaz in gol: la dedica al padre rapito

Luis Diaz ha segnato un gol importante per il Liverpool, ma soprattutto per il suo padre rapito in Colombia. L’attaccante ha realizzato il pareggio al 95’ nella sfida contro il Luton Town, valida per il quarto turno di Coppa di Lega, e ha mostrato al mondo una maglia con scritto “Libertà per papà”. Un gesto di amore e di speranza per il suo genitore, sequestrato da un gruppo di guerriglieri dell’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) della Colombia il 28 ottobre scorso.

Leggi anche: Rapiti genitori di Luis Diaz: ritrovata la madre

Leggi anche: Mbappé un anno al Liverpool prima del Real Madrid: la suggestione dall’Inghilterra

Il rapimento

Il padre di Diaz, Luis Manuel, è stato rapito insieme alla moglie Cilenis mentre tornavano a casa nella provincia di La Guajira, al confine con il Venezuela. La madre è stata liberata poco dopo, ma il padre è ancora nelle mani dei rapitori, che non hanno ancora chiesto alcun riscatto. Le autorità colombiane stanno cercando di rintracciare il luogo dove è tenuto prigioniero, con l’aiuto di centinaia di poliziotti e soldati. (CONTINUA DOPO LA FOTO).

Luis Diaz abbracciato da Klopp
Luis Diaz abbracciato da Klopp al momento dell’ingresso in campo contro il Luton Town

Diaz e il gol con cuore

Diaz, che non giocava dal giorno del rapimento, è entrato in campo all’83’ e ha cambiato il destino della partita, che sembrava ormai persa per il Liverpool. Con un tiro potente e preciso, ha battuto il portiere avversario e ha salvato i Reds dall’eliminazione. Poi, ha corso verso la telecamera e ha alzato la maglia con il messaggio per il padre, commuovendo tutti gli spettatori.

Diaz ha poi pubblicato un post su Instagram, in cui ha chiesto all’ELN il rilascio immediato del padre e ha ringraziato il Liverpool e i suoi compagni per il sostegno. Ha anche dedicato il gol a tutti i colombiani che soffrono per la violenza e il sequestro. Il suo appello è stato accolto da molti messaggi di solidarietà e di incoraggiamento, tra cui quello del presidente colombiano Ivan Duque, che ha espresso la sua vicinanza al calciatore e alla sua famiglia.

Argomenti