Vai al contenuto

La carica di Alcaraz: “Sarà un 2024 pieno di energia e vittorie”

La carica di Alcaraz: “Sarà un 2024 pieno di energia e vittorie”

Il tennista numero 2 del mondo Carlos Alcaraz ha assicurato che il prossimo anno tornerà protagonista: “Sarà un 2024 pieno di energie e vittorie“. L’atleta spagnolo è pronto a sfidare Djokovic per il primo posto in classifica. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: L’Inter affonda e risorge: Inzaghi rimonta 3 gol nella ripresa

Leggi anche: Lutto nel calcio tedesco: morto il 25enne Diawusie

Alcaraz e Djokovic
Carlos Alcaraz e Novak Djokovic si stringono la mano al termine della semifinale dei French Open. (Photo by Andy Cheung/Getty Images)

Carlos Alcaraz è pronto a tornare più forte di prima. Il numero 2 del mondo mette a fuoco il 2024, anno in cui l’unico obiettivo è quello di rubare lo scettro a Novak Djokovic e conquistare la prima posizione in classifica. Queste le dichiarazioni del tennista spagnolo:

Sarà un 2024 pieno di energia, intenso e con molte vittorie. Djokovic ha detto che è pronto a vincere i quattro tornei del Grande Slam e l’oro olimpico, ma noi siamo qui per fermarlo. Ho lavorato con uno psicologo che mi ha aiutato. Il 2024 sarà un anno impegnativo, con le Olimpiadi dopo Wimbledon. Lavorerò duro per regalare una medaglia ai mio paese“.

Il post Wimbledon di Alcaraz

Alcaraz ha dichiarato che la prima parte della sua stagione è stata spettacolare, ma ha rivelato che dopo Wimbledon ha attraversato un periodo un po’ negativo. Ha ammesso che, nonostante le sfide, ritiene che sia una fase normale e che debba imparare da tali situazioni. Riguardo alle critiche ricevute, ha risposto invitando coloro che lo criticano a preparare le tv e a seguirlo nel 2024. Ha promesso inoltre un anno ricco di energia e bei momenti, sottolineando che si alleneranno e lotteranno per mantenere lo stesso livello o addirittura migliorarlo rispetto all’anno in corso.

Nonostante i successi ottenuti a soli 20 anni, con 12 titoli Atp vinti, Alcaraz sostiene di non essere cambiato e afferma di essere sempre lo stesso ragazzo. Ha chiarito che la sua fama non influenzerà la sua personalità né la persona che è, nonostante le aspettative delle persone che lo paragonano a giocatori come Federer o Nadal.

Argomenti