Vai al contenuto

Jannik Sinner ha vinto gli Australian Open

Jannik Sinner ha vinto gli Australian Open

Storica vittoria di Jannik Sinner che trionfa anche in finale negli Australian Open battendo in rimonta il russo Daniil Medvedev con i parziali di 3-6, 3-6, 6-4, 6-4 6-3. Con questo successo a Melbourne Sinner è diventato il terzo italiano nella storia, dopo Pietrangeli e Panatta, a vincere un titolo Slam nel singolare maschile, titolo che mancava dal 1976.

Leggi anche: Australian Open: Sinner vola in semifinale

Leggi anche: Australian Open: Sinner avanza al terzo turno

Si tratta invece di una prima volta assoluta per un italiano sul primo gradino del podio in Australia. Per l’altoatesino si tratta dell’undicesimo trionfo in carriera, ovviamente primo Slam. Successo, come detto, in rimonta per Sinner che ha battuto il terzo del seeding Danil Medvedev al termine di quasi quattro ore di battaglia. Una prestazione solida da parte del campione altoatesino autore di 14 ace (64% di prime) confermando una tenuta fisica eccellente.

Le parole di Sinner

Una resa arrivata solo sulla distanza per Medvedev, sfiancato dalle oltre 24 ore passate in campo nel torneo, si è arreso al quinto set contro Sinner, che ha così commentato il primo successo in un Major della sua carriera: “Dedico la vittoria ai miei genitori, che mi hanno dato libertà di scelta”, ha detto Sinner nel discorso a fine match. Una possibilità che ha regalato la più grande gioia tennistica all’Italia da 48 anni a questa parte. Con la netta sensazione che non sarà l’ultima…”. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Jannik Sinner incredulo
Jannik Sinner incredulo dopo la vittoria su Medvedev nelal finale degli Australian Open

I complimenti di Medvedev

Al termine delle ostilità sono anche arrivati i complimenti dello sconfitto Medvedev che ha espresso tutto il proprio apprezzamento per i miglioramenti registrati dal rivale: “Complimenti a Jannik, sei migliorato molto. Dovrò lavorare tanto per batterti in futuro. Ci siamo incontrati già tanto, si è meritato il titolo per il torneo che ha fatto. E’ brutto perdere in finale, ma serebbe stato peggio perdere prima. Voglio sempre vincere, dovrò lottare di più in futuro”.

Argomenti