x

x

Vai al contenuto

Pavard spinge Barella sotto la Curva Nord: il motivo

Pavard spinge Barella sotto la Curva Nord: il motivo

L’eco del calcio-scommesse continua a risuonare anche in Champions League. Nella sera di oggi un gesto di sportività e amicizia si è manifestato su San Siro al termine della gara vinta per 2-1 dall’Inter contro il Salisburgo.

Leggi anche: Barella: “Sono stato troppo zitto, non mi piacciono le scommesse”

Leggi anche: Italia, Barella: “Spalletti subito onesto con me”

Come si evince dalle immagini postate sui social da un tifoso presente allo stadio, Nicolò Barella si sarebbe preso la meritata ovazione della curva nord nerazzurra al termine della gara. Un fatto scontato ma che assume un valore ben più alto se contestualizzato alle accuse non riscontrate dai fatti riguardanti il centrocampista nerazzurro tirato in ballo dalla “talpa” di Fabrizio Corona nel vortice dell’inchiesta calcio-scommesse. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Barella sotto la curva dell'Inter
Barella saluta la curva dell’Inter al termine della gara vinta dai nerazzurri contro il Salisburgo per 2-1 in Champions League

L’abbraccio della Curva

Nicolò Barella, che si è dichiarato apertamente estraneo ai fatti, ha ricevuto l’abbraccio dei propri tifosi motivato dal compagno Clement Pavard. Il centrale prelevato dall’Inter in estate dal Bayern Monaco avrebbe infatti spinto verso la Curva Nord il proprio compagno che ha risposto con un saluto ai propri tifosi festanti sugli spalti.

Accuse infamanti su Barella

Barella e i suoi legati hanno giudicato come “Infamanti” le notizie che affiancavano il nome dell’ex Cagliari a quello dei calciatori coinvolti nel vortice del calcio-scommesse. Il centrocampista sardo è deciso a sporgere denuncia contro chiunque diffonda news fasulle: “Tali notizie sono assolutamente false e lesive dell’onorabilità e della reputazione del nostro assistito, perciò diffidiamo dal reiterare la pubblicazione di notizie analoghe, che possano anche solo indirettamente collegare Nicolò Barella con il mondo delle scommesse”.