x

x

Vai al contenuto

Inter-Manchester City: l’analisi della finale di Champions League

Inter-Manchester City: l’analisi della finale di Champions League

Inter-Manchester City sarà la finale di Champions League 2022 2023. Addentriamoci meglio nella partita tra ballottaggi, duelli e statistiche

Inter Manchester City. Sabato alle ore 21:00, a Istanbul, ci sarà il fischio d’inizio di Inter-Manchester City, finale di Champions League 2022 2023. La partita più attesa della stagione (CONTINUA DOPO LA FOTO)

LONDON, ENGLAND – JUNE 3: Manchester City manager Pep Guardiola celebrates his sides victory after the Emirates FA Cup Final between Manchester City and Manchester United at Wembley Stadium on June 3, 2023 in London, England. (Photo by Craig Mercer/MB Media/Getty Images)

Inter Manchester City, il ballottaggio Dezko-Lukaku

Pochi dubbi nella testa di Inzaghi, meno che uno: al fianco di Lautaro Martinez giocherà Dzeko o Lukaku? Fino a qualche settimana fa il tecnico nerazzurro avrebbe avuto pochi dubbi e schierato il bosniaco, titolare nel doppio derby di semifinale. L’ex Chelsea però è recentemente entrato in forma e scalpita per un posto dal primo minuto. I due attaccanti in stagione hanno totalizzato lo stesso numero di gol (14), anche se il belga ha disputato meno partite (36) rispetto al collega (51). Sicuro di una maglia da titolare invece Lautaro, protagonista assoluto di questa Inter e migliore marcatore della stagione con 28 gol.

Inter Manchester City, la sentenza Haaland

Nessun dubbio in attacco invece per Guardiola, che si affiderà ad Haaland nel ruolo di centravanti. Alla sua prima stagione in Inghilterra il bomber norvegese ha conquistato tutto e tutti, lasciando ben poco spazio a critiche e interpretazioni: 36 gol in Premier League e 12 in Champions. Mattatore.

Lo snodo a centrocampo

Il recupero di Mkhitaryan potrebbe portare un altro dubbio di formazione nella testa di mister Simone Inzaghi: sarà l’armeno a partire dal primo minuto, come nei derby di semifinale, oppure giocherà Brozovic? La risposta, probabilmente, non la sapremo prima dell’ultima rifinitura. A centrocampo Guardiola invece punta sul perno: Ilkay Gundogan. Il suo futuro è ultimamente chiacchierato, ma la sua testa è rivolta solo ed esclusivamente al Triplete con i Citizens e in stagione ha realizzato 11 reti.

Inter Manchester City: sfida Inzaghi Guardiola

Simone Inzaghi vanta un rapporto piuttosto confidenziale con le coppe e, in particolare, con le gare secche. Sono 7 le finali vinte di fila nelle coppe italiane infatti, su 8 totali: 3 Coppe Italia e 4 Supercoppe. In Europa però questa è la prima finale raggiunta. Il migliore risultato lo avevo ottenuto con la Lazio, raggiungendo i quarti di finale di Europa League contro il Salisburgo. Discorso differente invece per Guardiola, che è a caccia del secondo Triplete della sua carriera, dopo quello ottenuto nel 2009 con il Barcellona. Si tratta della trentunesima finale in carriera per il tecnico spagnolo.

Argomenti