Vai al contenuto

Ecco la nuova Juventus di Giuntoli: il progetto dei bianconeri

Giuntoli sempre più vicino alla Juventus. Con lui dovrebbe rimanere anche Allegri, tentato però dall’Arabia

Non c’è ancora nulla di ufficiale, prima bisogna chiarire le questioni contrattuali con De Laurentiis. Giuntoli non può dirsi libero di firmare con la Juventus, soprattutto dopo gli screzi avuto con il patron napoletano che hanno portato anche all’addio di Luciano Spalletti. Tuttavia si può dire con una certa sicurezza che il prossimo Direttore Sportivo della Vecchia Signora arriverà da Napoli nel giro di pochi giorni per iniziare un nuovo progetto tecnico. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

GettyImages 1258274672 1200x800 1024x683
ALLIANZ STADIUM, TORINO, ITALY – 2023/05/28: Massimiliano Allegri, head coach of Juventus Fc, looks on during the Serie A football match between Juventus Fc and Ac Milan. Ac Milan wins 1-0 over Juventus Fc. (Photo by Marco Canoniero/LightRocket via Getty Images)

Allegri convinto da Giuntoli?

Il tempo scorre velocemente e Allegri è sempre più indeciso sul proprio futuro. I 90 milioni di euro in tre anni dall’Arabia Saudita stuzzicano e non poco, ma una chiacchierata con Giuntoli potrebbe cambiare tutto. Il DS vuole ripartire proprio dal mister toscano per costruire la nuova rosa, condividendo anche la programmazione. Uno dei primi impegni in agenda dovrebbe essere con Rabiot per il rinnovo del contratto: la volontà del giocatore c’è e, a meno di sorprese, la firma arriverà.

Leggi anche: Lotito fissa il prezzo per Milinkovic-Savic: avvisate Inter e Juventus

Leggi anche: Offerta per Milinkovic dall’Arabia, rilancio anche per Allegri

Una cessione e tanti investimenti

Uno tra Chiesa e Vlahovic dovrebbe partire per finanziare il mercato. L’italiano può rimanere solo a patto di un rinnovo (il contratto in scadenza nel 2025 è troppo pericoloso), mentre l’attaccante sembra destinato al Bayern Monaco. Verrà confermata invece l’intera linea verde, a partire da Miretti e passando per Soulé e Fagioli, qualche dubbio su Iling che preme per andare in Premier League. Dopo il colpo Weah, si punterà anche a chiudere per Casadei e per Partey, con i quali c’è già un accordo di massima sull’ingaggio, ma non con i rispettivi club di appartenenza. Non verranno fatte spese pazze né per Frattesi né per Milinkovic, a meno che non ci sia una cessione eccellente.

Argomenti