Vai al contenuto

FIGC, c’è la proposta di equiparare gli inglesi ai comunitari

FIGC, c’è la proposta di equiparare gli inglesi ai comunitari

La FIGC sta lavorando per equiparare i calciatori inglesi a quelli comunitari. L’obiettivo è dare più libertà d’azione ai club, per ora limitati nell’acquisto di giocatori con nazionalità al di fuori dell’Unione Europea. Ecco il piano di Gravina e della Federazione.

Leggi anche: Milan scatenato: preso Okafor, Chukwueze ai dettagli

Leggi anche: Il PSG disponibile al prestito di Mbappé, c’è anche un’italiana

La proposta della FIGC per i calciatori inglesi

Dopo la Brexit le parti hanno cercato di trovare compromessi per la libera circolazione di merci e persone. Alcune trattative sono ancora in corso tra il Regno Unito e l’Unione Europea, coinvolgendo anche il mondo del calcio. Come noto, con l’uscita dell’UK dalla UE anche i calciatori inglesi sono diventati extracomunitari. In Serie A i club hanno un limite di tesseramento oltre il quale non possono andare, ma presto le cose potrebbero cambiare per iniziativa della stessa FIGC. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Loftus-Cheek presentato dal Milan
Ruben Loftus-Cheek Ac Milan presentation (Photo by Giuseppe Cottini/AC Milan via Getty Images)

Come cambierebbe il mercato per la Serie A

La Federazione, per iniziativa di Gabriele Gravina, vuole equiparare i calciatori inglesi a quelli comunitari. Per rendere già valida l’iniziativa da un punto di vista legale la FIGC manderà una lettera formale al Comitato Olimpico, con l’obiettivo di cambiare le regole già in questa sessione di mercato. Molti giocatori inglesi come Tomori, Abraham, Loftus-Cheek e Smalling libererebbero dunque una casella per squadre come Milan e Roma, permettendo ulteriori acquisti di giocatori provenienti da paesi al di fuori della UE.

Leggi anche: Mondiali nuoto: un bronzo nel trampolino misto

Argomenti