x

x

Vai al contenuto

De Ketelaere incontra l’Atalanta: il sì ad un passo

De Ketelaere incontra l’Atalanta: il sì ad un passo

Charles De Ketelaere in queste ore incontrerà la dirigenza dell’Atalanta per dare una risposta definitiva riguardo al suo passaggio in nerazzurro. Filtra ottimismo sul fronte bergamasco visto il recente rifiuto del centrocampista belga all’offerta in extremis del Fulham, meta poco gradita.

Leggi anche: Milan-Barcellona 0-1: altra sconfitta per i rossoneri

Leggi anche:Milan, Krunic chiede a sorpresa il trasferimento

Operazione definita tra Milan e Atalanta con la formula del prestito oneroso da 3 milioni di euro e riscatto fissato a 23 più due di bonus. Una trattativa rapida che porterà la Dea a pagare l’intero ingaggio da 2,2 milioni di De Ketelaere nel corso dell’anno in prestito e al Milan di rinunciare al contro-riscatto. Potrebbe dunque concludersi dopo appena una stagione l’avventura di De Ketelaere al Milan al termine di un’annata deludente finita con 40 presenze e un solo assist. Con l’arrivo di Loftus-Cheek, Reijnders, Musah e soprattutto il passaggio al modulo 4-3-3 il belga è stato definitivamente escluso dal progetto tecnico indetto da Stefano Pioli. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Charles De Ketelaere
Charles De Ketelaere in azione durante Milan-Hellas Verona. (Photo by Pier Marco Tacca/AC Milan via Getty Images)

Il Milan punta Koopmeiners e Lenglet

Nelle discussioni con l’Atalanta è emerso, sul fronte Milan, anche il nome dell’olandese Koopmeiners. Il regista olandese è molto apprezzato da Moncada che l’avrebbe messo in cima alla propria lista nel caso di partenza di Krunic, seguito dal Fenerbahce. Movimenti anche in difesa per il Milan che nei giorni scorsi ha salutato Matteo Gabbia ceduto in prestito al Villarreal: i rossoneri avrebbero messo nel mirino Clement Lenglet di proprietà del Barcellona che lo valuta circa 10 milioni di euro.