x

x

Vai al contenuto

Datome si ritira: dall’NBA allo scudetto a Milano

Datome si ritira: dall’NBA allo scudetto a Milano

Gigi Datome si ritira dal basket all’età di 35 anni. Il cestista ha dato l’annuncio ufficiale attraverso un video su Instagram che ha provocato molti commenti degli utenti. L’avventura con la Nazionale italiana ai Mondiali nelle Filippine sarà l’ultima tappa della carriera.

Leggi anche: NBA Draft 2023, le scelte: Wembanyama alla 1 va agli Spurs

L’approdo in NBA

L’ala piccola ha girato un video da Olbia, ovvero dal campo da cui ha iniziato a giocare a basket per inseguire il sogno di diventare professionista. Una carriera segnata da un grande traguardo con l’approdo in NBA, uno tra i primi casi tra gli italiani. Prima i Detroit Pistons, poi una breve esperienza con i Rapids Drive, infine il salto di qualità ai Boston Celtics, la franchigia più titolata del nord America. Eppure anche in quel frangente Datome non si dimentica delle proprie origini, scegliendo il numero 70 per ricordare l’anno di fondazione della prima squadra in cui ha giocato, la Santa Croce Olbia. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Datome premiato come MVP della finale scudetto
Datome solleva il riconoscimento personale dopo aver vinto lo scudetto con l’Olimpia Milano (Photo by Fabrizio Carabelli/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

I trofei di Datome

Dopo l’esperienza negli Stati Uniti arrivano i grandi risultati con il Fenerbahce. Tre campionati turchi, due coppe del presidente, tre coppe di Turchia e soprattutto una Eurolega da protagonista. Il rientro in Italia all’Olimpia Milano gli regala poi un doppio scudetto sotto Ettore Messina, l’ultimo proprio nella stagione appena trascorsa in finale contro Bologna. Per Datome si tratta del terzo scudetto dopo quello conquistato anche con Siena venti anni fa. In futuro dovrebbe entrare a far parte del mondo dirigenziale dell’Olimpia, ma non è ancora chiaro con che ruolo. Prima c’è il Mondiale da disputare, per coltivare un altro sogno in maglia azzurra.

Leggi anche: Lakers scatenati sul mercato: tutti i colpi di LA