x

x

Vai al contenuto

Ucciso presunto attentatore di Bruxelles: le ultime

Ucciso presunto attentatore di Bruxelles: le ultime

Neutralizzato nella notte il sospetto attentatore di Bruxelles che ha ucciso due tifosi svedesi che viaggiavano in taxi in direzione stadio per assistere alla gara di qualificazione ad Euro 2023 che la propria nazionale avrebbe giocato in casa del Belgio. Abdesalem Lassoued, questo il nome del sospettato, sarebbe stato colpito durante uno scontro a fuoco avvenuta con la polizia belga e successivamente portato nel reparto rianimazione dell’ospedale dove è morto poche ore dopo.

Leggi anche: Due tifosi della Svezia uccisi: attentato ISIS in Belgio

Leggi anche: Inghilterra-Italia: le probabili scelte di Spalletti

La rivendicazione su facebook

Cittadino tunisino nato nel 1978, Lassoued aveva rivendicato attraverso un video pubblicato sul proprio account facebook la paternità dell’attentato compiuto, scrive, “per vendicare i musulmani”. Giudicato attendibile dagli inquirenti il sospettato è stato rintracciato dalla polizia di Bruxelles con cui ha avuto uno scontro a fuoco morendo qualche ora dopo a causa delle ferite riportate. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Tifosi della Svezia sugli spalti
Sfida tra Belgio e Svezia al King Baudouin Stadium (Photo by ANP via Getty Images)

Altri due sospettati

Prosegue lo stato di allerta massima in tutto il Belgio con la polizia che starebbe seguendo le tracce di altri due attentatori, presunti complici, attualmente in fuga. Rafforzate le misure di sicurezza a Lille, dove stasera si giocherà il match Francia-Scozia, altra gara a rischio.

Argomenti