Vai al contenuto

Zirkzee trascina il Bologna, pari tra Verona e Lecce

Zirkzee trascina il Bologna, pari tra Verona e Lecce

Zirkzee e Fabbian stendono il Torino e fanno volare il Bologna in alta classifica. Verona e Lecce non vanno oltre il pareggio.

Nel segno di Zirkzee

Il primo tempo della partita tra Bologna e Torino è stato avaro di emozioni. I granata hanno trovato il gol del vantaggio con un bel tiro di Nikola Vlasic, ma la rete è stata annullata dal VAR per fuorigioco. Nella ripresa, il Bologna ha trovato il gol del vantaggio con Fabbian, che ha approfittato di un’uscita spericolata del portiere granata. Il raddoppio è arrivato al 91′ con Zirkzee. L’attaccante sempre più decisivo e al centro del progetto felsineo. La società però non vuole privarsene nella sessione invernale di mercato e Thiago Motta ha posto il veto sulla cessione prima della fine della stagione. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Milan, Pioli e Calabria: “Fiducia contro il BVB”

Leggi anche: Napoli torna a sorridere: Mazzarri si coccola Kvaratskhelia

Thiago Motta al Bologna
Thiago Motta osserva i propri giocatori nella fase di riscaldamento (Photo by Nicolò Campo/LightRocket via Getty Images)

Il Bologna vede l’Europa

I 21 punti collezionati in queste prime giornate hanno portato il Bologna al quinto posto al pari della Roma e davanti ad Atalanta e Fiorentina, squadre sulla carta più attrezzate per qualificarsi in Europa. “Io ho cercato di farmi trovare pronto ed essere al 100% per la squadra. È una bellissima sensazione essere così in alto in classifica. Ci facciamo trovare pronti partita dopo partita e l’importante è il massimo. Thiago Motta ci sta chiedendo di essere squadra. In campo siamo uniti come lo siamo fuori. Questo è molto importante per ottenere i risultati” ha dichiarato Fabbian, uno dei protagonisti e dei marcatori della gara contro il Torino.

Pareggio tra Verona e Lecce

Pareggio invece nell’altro posticipo di giornata. Nella prima frazione il Lecce ha dominato sul piano del gioco, creando diverse occasioni pericolose. Al minuto 31, sfruttando un errore della difesa scaligera, Remi Oudin ha trovato il gol del vantaggio con un destro da fuori area: palla sul palo interno e poi alle spalle di Montipò. Il pareggio gialloblu arriva poco prima dell’intervallo con Cyril Ngonge su assist del solito Djuric. Meglio il Verona nella ripresa, ma è la squadra di D’Aversa a colpire nel momento forse migliore dei gialloblu. Joan González ha concluso un’azione personale con un diagonale deviato poi da Lazovic. Nel finale Djuric ha trovato il 2-2 definitivo battendo Falcone di testa su traversone di Terracciano. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Baroni con i suoi giocatori
Baroni cammina al fianco di Djuric al termine della gara del Verona (Photo by Timothy Rogers/Getty Images)

Le dichiarazioni dei protagonisti

Amaro in bocca per D’Aversa che si aspettava di più dal suo Lecce, soprattutto in fase offensiva: “Il rammarico c’è per ciò che abbiamo fatto nel primo tempo, con quattro palle gol clamorose. Quando non le frutti e regali un gol è dura poi riuscire a vincere. Anche nel secondo gol potevamo evitare il fallo. Nel primo tempo si è vista solo una squadra, poi dobbiamo ringraziare anche Falcone per le sue parate nel finale. Dovevamo chiudere la partita” ha dichiarato il mister giallorosso.

La squadra oggi ha trovato spirito e compattezza anche nelle difficoltà, perché siamo andati sotto due volte con dei gol evitabili. La squadra però è rimasta viva e in partita, ha creato tante occasioni da gol e si è spesa. Lo spirito è stato ottimo” ha detto Baroni, tecnico del Verona, al termine della gara. Ora l’Hellas sale a 9 punti al penultimo posto e stacca la Salernitana fanalino di coda. Lecce invece è a quota 15 alla pari del Sassuolo.

Leggi anche: Trionfo Italia in Coppa Davis: le parole dei protagonisti

Argomenti