Vai al contenuto

Va a riattivare la luce, poi la tragedia: Paola è morta

Va a riattivare la luce, poi la tragedia: Paola è morta

Priverno, la vita di Paola Picozza, una donna di 49 anni, è stata spezzata in un istante. Una caduta da soli quattro metri di altezza ha portato alla sua prematura dipartita, lasciando dietro di sé un vuoto incolmabile e una comunità incredula di fronte a tanta ingiustizia. Ecco come tutto ciò è potuto accadere.

Leggi anche: Orrore di Palermo, la notizia choc sull’amica della vittima

Leggi anche: Choc in Italia, trovato il cadavere di una donna in spiaggia

ambulanza generica pic 1200x1200 1 2 768x1024

Paola Picozza: la dinamica dell’incidente

La scena si è dipanata in via della Torretta Rocchigiana, dove Paola si trovava in compagnia di un’amica nel momento in cui un blackout ha colpito la zona. La corrente si è spenta, e l’interruttore che avrebbe potuto riportare la luce si trovava al di là di una balaustra. Nella sua volontà di risolvere la situazione, Paola si è sporgata per raggiungere l’interruttore nascosto dietro un muretto. Tuttavia, il gesto ha causato la perdita dell’equilibrio e una caduta tragica da un’altezza relativamente modesta ma dalle conseguenze drammatiche. La prontezza degli interventi di emergenza è stata inutile a salvarla. Il 118 è stato immediatamente chiamato e ha richiesto l’ausilio dell’eliambulanza, che è atterrata presso il campo sportivo “San Lorenzo”. Tuttavia, le ferite riportate da Paola erano troppo gravi e nonostante tutti gli sforzi profusi dal personale medico del Gemelli di Roma, dove è stata trasferita, non c’è stato nulla da fare. La sua vita si è spenta poco dopo il ricovero, lasciando un marito straziato e una giovane figlia di soli 12 anni, con il futuro improvvisamente offuscato dalla perdita di una madre amorevole.

Leggi anche: Orrore a Caivano, la lettera da brividi a Meloni della mamma di una vittima

Leggi anche: Valeria Marini ha ritrovato l’amore grazie a Daniela Santanchè

Ambulanza 2 1  865x1024

Indagine in corso

La morte di Paola Picozza ha gettato Priverno nell’ombra della tristezza e dell’incredulità. La comunità è stata scossa dal dolore di questa perdita improvvisa e ingiusta. Paola era una figura amata e rispettata nella città, e il vuoto che ora lascia dietro di sé è tangibile in ogni angolo. L’indagine sull’incidente è attualmente in corso. I carabinieri di Priverno, guidati dal luogotenente Maurizio Colorito, stanno lavorando a stretto contatto con la Polizia locale per ricostruire l’esatta dinamica dell’evento fatale. Questo passaggio è fondamentale non solo per comprendere come sia accaduto l’incidente, ma anche per garantire che situazioni simili possano essere prevenute in futuro e che la responsabilità venga attribuita in modo accurato.