Vai al contenuto

Un Bologna da Champions: Motta il regista, Zirkzee la stella

Un Bologna da Champions: Motta il regista, Zirkzee la stella

A sorpresa il Bologna sta rendendo al di sopra delle aspettative e naviga in acque Champions League. Thiago Motta e Zirkzee sono i punti di riferimento di questa stagione.

Le premesse di inizio stagione

L’estate non aveva portato segnali positivi in casa rossoblu. Il mercato è decollato a stento e il budget a disposizione della parte sportiva era piuttosto bassa, a tal punto da bloccare il mercato per diverse settimane. Thiago Motta era arrivato a minacciare le dimissioni in caso di altre cessioni, salvo poi trovare un compromesso con la società a seguito di un chiarimento. Di certo l’obiettivo iniziale stagionale era dichiaratamente la salvezza, data a quote molto alte anche dalle agenzie di scommesse. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Roma, infortunio Dybala: i tempi di recupero

Leggi anche: Inter, Inzaghi: “Risposta da grande squadra. Ci godiamo il momento”

Thiago Motta al Bologna
Thiago Motta osserva i proprio giocatori nella fase di riscaldamento (Photo by Nicolò Campo/LightRocket via Getty Images)

Un ritmo da Champions League

I dati di fatto poi hanno smentito le premesse negative di inizio stagione. Il Bologna ha ingranato subito, seguendo le indicazioni del proprio tecnico e creando un gruppo solido. A differenza del Lecce, partito forte e poi entrato in una crisi di risultati che dura tutt’ora, i rossoblu hanno macinato gioco e risultati anche oltre le prime giornate. La gara contro la Juventus ha rappresentato uno spartiacque, perché ha messo in mostra una squadra in grado di giocare alla pari con una pretendente allo scudetto (e probabilmente anche danneggiata da alcune decisioni arbitrali in quella gara). La consapevolezza psicologica della forza ha contribuito poi alla crescita, giornata dopo giornata. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Ferguson con la maglia del Bologna
Ferguson apre le marcature per il Bologna contro la Juventus (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

A Bologna si sogna

Il Bologna ora naviga in acque Champions League. Motta ha raggiunto la Roma in classifica, superando il Napoli e puntando a rimanere nelle prime quattro per entrare nell’Europa che conta. Le avversarie sono tante, a partire dagli stessi campioni d’Italia e passando per le romane, oltre a Inter, Juventus e Milan. La qualificazione in Champions manca agli emiliani addirittura da 58 anni, ovvero dalla stagione 1964-65. La tifoseria ha iniziato a sognare, a tal punto che nell’ultima giornata dopo la vittoria contro la Salernitana la Torre degli Asinelli a Bologna si è colorata di rossoblu. Zirkzee è la stella della squadra, ance se rappresenta solo la punta dell’iceberg di una serie di talenti interessanti. Come Ferguson, che piace tanto a Simone Inzaghi, o Fabbian che potrebbe andare all’Inter o alla Roma.

Thiago Motta destinato a una big

Marco Materazzi, ex compagno di Motta, ha parlato di un futuro in una big del tecnico del Bologna: “Era allenatore già da giocatore, faceva girare la squadra senza toccare la palla. Lo facevano lui e Cambiasso, e potevi scommettere che avrebbero avuto quel futuro perché erano metronomi dentro, i responsabili di tutto quello che succedeva in mezzo al campo. Non a caso due anni fa, appena arrivato a Bologna, in un’intervista avevo detto che ero pronto a scommettere su di lui“.

Leggi anche: Test ok per Leao: ci sarà in Champions contro il Newcastle

Argomenti