x

x

Vai al contenuto

Tragedia di Pasqua, auto si schianta contro un muro: Gioia muore a 20 anni

Tragedia di Pasqua, auto si schianta contro un muro: Gioia muore a 20 anni

Nella domenica di Pasqua, un tragico incidente ha fatto perdere la vita a Gioia, una ragazza di 20 anni che si trovava in auto con il suo fidanzato. La vettura è finita contro un muretto per cause ancora in via di accertamento. Vediamo i dettagli.

Leggi anche: Monica accusa un malore dopo una spirometria: muore a soli 32 dopo la corsa in ospedale

Leggi anche: Tragico incidente in moto, Luca e Monica muoiono in modo atroce

Tragedia di Pasqua, auto si schianta contro un muro

Alla prime luci dell’alba della domenica di Pasqua, un’auto si è schiantata contro un muro a San Benedetto dei Marsi, piccolo comune della provincia dell’Aquila. Erano le 5 del mattino quando la vettura ha improvvisato sbandato, finendo fuori dalla carreggiata e colpendo il muro. Sembrerebbe che la macchina procedesse da sola, e che non ci siano altre vetture coinvolte. A bordo una coppia di fidanzati: il ragazzo alla guida è ricoverato all’ospedale SS Filippo e Nicola in condizioni gravi, mentre per Gioia Muliere, seduta al lato passeggero non c’è stato nulla da fare. Aveva solo 20 anni. Sul posto sono accorsi il personale medico, vigili del fuoco e carabinieri. Non è ancora chiaro chi sia stato ad avvertire i soccorsi. (continua dopo le foto)

Leggi anche: In ospedale col mal di testa, viene dimesso due volte: poi la tragedia

La vittima

Non c’è stato nulla da fare per Gioia, appassionata di sci e originaria di Avezzano, dove aveva frequentato l’istituto tecnico commerciale G.Galilei. La comunità è sconvolta e si stringe intorno alla famiglia. Tanti i messaggi cordoglio per i parenti della vittima colpita dalla tragedia proprio nel giorno di Pasqua.

Questa giornata, che avrebbe dovuto essere di festa – ha detto il sindaco di Luco dei Marsi, Marivera De Rosa – ci ha portato purtroppo una notizia terribile. Alle porte del giorno un destino tragico ha spezzato, nel fiore della giovinezza, la vita di Gioia, una meravigliosa ragazza, e dinanzi a questa immane tragedia ogni parola non può che risultare vuota, insufficiente. Possiamo solo stringerci idealmente alla famiglia Muliere, nello strazio indicibile, pregando che un aiuto, una forza superiore la sostenga e la conforti in questa immane prova. Ai genitori, al fratello Mattia, ai familiari tutti le mie più sentite condoglianze e quelle dell’intera amministrazione comunale e di tutta la Comunità luchese