x

x

Vai al contenuto

Lecce, panchina a Gotti dopo il “colpo di testa” di D’Aversa

Lecce, panchina a Gotti dopo il “colpo di testa” di D’Aversa

Lecce Gotti nuovo allenatore dei salentini dopo l’esonero di Roberto D’Aversa, protagonista in negativo dell’ultimo match casalingo perso con l’Hellas Verona. L’accordo raggiunto tra il Lecce e il tecnico di Adria prevede che Gotti firmi un contratto con i giallorossi fino al termine della stagione, con un’opzione per la stagione successiva, che si attiverà automaticamente una volta raggiunta la salvezza. Il nuovo allenatore arriverà in città nelle prossime ore per formalizzare il contratto, prima di dirigere il primo allenamento.

Quanto all’esonero di D’Aversa, l’U.S. Lecce ha comunicato: “Dopo gli eventi avvenuti al termine della partita Lecce – Verona, l’U.S. Lecce ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore Roberto D’Aversa. Vogliamo ringraziare il mister e il suo staff per il lavoro svolto”. D’Aversa, che era stato assunto la scorsa estate, lascia la squadra al 16° posto, avendo ottenuto 25 punti in 28 partite. La sconfitta contro l’Hellas Verona ha segnato la fine dell’esperienza di D’Aversa, soprattutto a causa dell’incidente avvenuto a margine della partita. Dopo il fischio finale, il tecnico del Lecce, Thomas Henry, e Marin Pongracic si sono confrontati, ma sono stati interrotti da D’Aversa che ha avuto un alterco con Henry, finendo per colpirlo con la testa. Anche se l’intensità del contatto è oggetto di discussione, il gesto di D’Aversa ha provocato polemiche, anziché calmare gli animi.

In merito all’incidente, il Lecce ha dichiarato: “L’U.S. Lecce, riguardo all’episodio che ha coinvolto l’allenatore D’Aversa e il giocatore Henry del Verona, condanna fermamente il comportamento del proprio allenatore, in quanto contrario ai principi e ai valori dello sport”. Con questa dichiarazione, il club salentino aveva preso nettamente le distanze dal gesto compiuto dall’allenatore. Il brutto episodio, insieme ai risultati negativi delle ultime 12 gare, ha portato all’esonero del tecnico abruzzese.