Vai al contenuto

Inter, rinnovo Lautaro: la firma a fine mese

Inter, rinnovo Lautaro: la firma a fine mese

Siamo alle fasi finali della trattativa tra la dirigenza dell’inter e l’entourage di Lautaro Martinez per il rinnovo del contratto del capitano nerazzurro in scadenza nel 2026. Le parti sono totalmente concordi nel prolungare il matrimonio tra il centravanti argentino e la gloriosa compagine meneghina che dovrebbe concretizzarsi a fine mese.

Leggi anche: Lautaro Martinez agli allenamenti anche alla Vigilia di Natale

Leggi anche: L’Inter cerca il riscatto dopo la Coppa Italia: out Lautaro e Dimarco

“Il rinnovo? Non lo so se sarà prima della Supercoppa. Io sto pensando al campo, a quello che devo fare. Al resto ci pensano il procuratore, la famiglia e la società. Sicuramente troveremo l’accordo in questi giorni, manca poco ma le tempistiche non le conosco”. Così ha detto Lautaro Martinez, attaccante e capitano dell’Inter, che dopo il successo sul Verona aveva ripreso il tema del suo rinnovo di contratto. In scadenza nel 2026, la questione è in sospeso da mesi ma rimane una priorità per i nerazzurri. Oltre al colpo di Buchanan a inizio gennaio, infatti, l’Inter aveva già risolto i nodosi rinnovi di alcuni protagonisti come Dimarco, Darmian e Mkhitaryan comunicati a fine dicembre. L’ultimo nome è quello del capitano Lautaro Martinez. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez di FC Internazionale viene contrastato da Michael Folorunsho di Hellas Verona FC durante la partita di Serie A TIM tra FC Internazionale e Hellas Verona FC allo Stadio Giuseppe Meazza il 06 gennaio 2024 a Milano, Italia. (Foto di Francesco Scaccianoce/Getty Images)

Siamo ai dettagli

Continuano i colloqui tra l’Inter e Lautaro Martinez per l’ampliamento del suo contratto: i nerazzurri hanno già trovato un accordo di massima con gi agenti dell’argentino riguardo all’ingaggio che l’attaccante percepirà dopo la firma. Restano da definire questioni minori e dettagli, ma le parti restano fiduciose e tranquille. Per questo la conclusione definitiva dell’intesa potrebbe avvenire entro la fine di gennaio.