Vai al contenuto

Grosso dura 75 giorni: già divorzio con il Lione

Grosso dura 75 giorni: già divorzio con il Lione

Fabio Grosso non è più l’allenatore del Lione. Il club francese ha ufficializzato il suo esonero dopo soli 75 giorni di lavoro e una serie di risultati negativi che hanno portato la squadra all’ultimo posto in classifica in Ligue 1. Il tecnico italiano, ex campione del mondo con la Nazionale nel 2006, non è riuscito a dare una svolta alla situazione e ha pagato le conseguenze di una rosa poco competitiva e di un ambiente difficile.

Leggi anche: Marsiglia-Lione, si recupera il 6 dicembre. Il club di Grosso è furioso

Leggi anche: Caos Marsiglia-Lione: Grosso ferito al volto

Grosso era arrivato al Lione il 24 ottobre 2023, sostituendo il francese Laurant Blanc, esonerato dopo un avvio di stagione disastroso. Il Lione, che nelle ultime stagioni aveva sempre lottato per le posizioni di vertice e per la qualificazione alla Champions League, si era ritrovato in piena zona retrocessione, con solo tre punti conquistati in sette partite. Grosso aveva accettato la sfida, forte della sua esperienza precedente alla guida del Frosinone, con cui aveva ottenuto una promozione in Serie A. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Grosso sul campo d'allenamento del Lione
Grosso sul campo d’allenamento del Lione alla vigilia della sua prima gara di Ligue 1

La brutta esperienza di Grosso in Francia

Tuttavia, il cambio di allenatore non ha portato i benefici sperati. Il Lione ha continuato a collezionare sconfitte e pareggi, andando a ricoprire l’ultimo posto in Ligue 1. Per Grosso in sette partita il bilancio recita una sola vittoria (1-0 contro il Rennes) due pareggi e ben quattro sconfitte tra cui risaltano quella per 1-2 contro il Clemont e 0-2 contro il Lille. Quest’ultima, in particolare, è stata fatale per il destino di Grosso che oggi è stato ufficialmente sollevato dall’incarico.

Possibile chiamata per Rudi Garcia

Il Lione, con sette punti in dodici partite, si trova ora ultimo in classifica, a cinque punti dalla salvezza. La situazione è critica e il club ha deciso di affidare la squadra al responsabile delle giovanili, Pierre Sage, in attesa di trovare un nuovo allenatore. Tra i nomi circolati c’è quello dell’ex allenatore del Napoli, fresco di esonero, Rudi Garcia.

Fabio Grosso, invece, dovrà ripartire da capo e cercare una nuova opportunità per dimostrare il suo valore. Il suo esonero dal Lione è un duro colpo per il calcio italiano, che aveva visto due suoi rappresentanti sedersi sulle panchine di due club storici della Ligue 1. Ora, solo Gattuso resta a difendere il tricolore in Francia, sperando di fare meglio del suo ex compagno di squadra.

Argomenti