x

x

Vai al contenuto

Giulia e Filippo scomparsi, il padre di lui rompe il silenzio

Giulia e Filippo scomparsi, il padre di lui rompe il silenzio

La scomparsa di Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, avvenuta sabato sera, ha lasciato le loro famiglie e le comunità locali in uno stato di ansia e incertezza. Questo caso, che ha rapidamente catturato l’attenzione dei media nazionali, è diventato ancora più complesso dopo le recenti dichiarazioni del padre di Filippo, Nicola Turetta. In un’intervista emozionante con il Corriere della Sera, Nicola ha fornito una nuova prospettiva sulla relazione tra i due giovani e sul carattere del figlio, cercando di dipingere un quadro più completo e sfumato della situazione.

Leggi anche: Coppia morta dopo la pizza, svolta nelle indagini: cos’hanno scoperto

Leggi anche: Mangia un piatto avanzato dal giorno prima e finisce in tragedia: 19enne perde gambe e braccia

Le parole di un del padre di Filippo

Nicola Turetta, nel suo appassionato appello al pubblico e ai media, ha difeso strenuamente la reputazione di suo figlio. “Mio figlio non avrebbe mai fatto del male a Giulia, lui la amava infinitamente,” ha dichiarato, negando categoricamente qualsiasi tendenza violenta da parte di Filippo. Secondo Nicola, la relazione tra Filippo e Giulia era caratterizzata da amore e rispetto reciproco, nonostante i normali alti e bassi che si possono verificare in ogni storia d’amore. Ha inoltre respinto le voci che suggerivano una competizione o invidia accademica tra i due, enfatizzando come in famiglia non abbiano mai messo pressione su Filippo per i suoi studi. Queste dichiarazioni offrono una visione contrastante rispetto alle preoccupazioni espresse da alcuni membri della famiglia di Giulia, che vedono in Filippo un carattere più complesso e forse problematizzato.

Leggi anche: Uccide il compagno per avere l’eredità, poi la brutta scoperta per lei

Le famiglie di Giulia e Filippo sono divise

Mentre la famiglia Turetta presenta Filippo come un ragazzo dolce e innamorato, la famiglia di Giulia offre una prospettiva diversa. In particolare, lo zio di Giulia, Andrea Camerotto, e la sorella di Giulia hanno espresso preoccupazioni sulla natura della loro relazione. La sorella di Giulia ha rivelato dettagli che suggeriscono un comportamento possessivo e geloso da parte di Filippo, come il suo disagio per il tempo che Giulia passava con la sua famiglia e amici. Queste testimonianze dipingono un ritratto più complesso di Filippo, che va oltre l’immagine del giovane amorevole descritta da suo padre. La sorella di Giulia ha anche parlato di ricatti emotivi, descrivendo come Giulia cedesse alle richieste di Filippo a causa della sua empatia e sensibilità verso il suo stato emotivo.

“Le dicevo sempre: se Filippo ti fa del male dillo almeno a me, ma lei non mi ha mai detto nulla in questo senso e quindi non ho mai pensato che quel ragazzo potesse in qualche modo ferirla. Lui era comunque molto possessivo nei suoi confronti, era geloso anche del tempo che lei passava con me e questa cosa non mi faceva stare tranquilla, soprattutto quando uscivano da soli dopo che lei l’aveva lasciato”, confessa la sorella.